Vai alla pagina su La stanza dei ragazzi
Andrea Fancellu

Troppi nove miliardi per le Olimpiadi a Roma

Uno studente: <Non possiamo più permetterci di spendere tanti soldi per un evento sportivo>

Durante il dibattito sullo sport in redazione ho fatto una riflessione. Magari anche controcorrente. Roma è candidata alle Olimpiadi del 2024. Trovo non ingiusto, ma scorretto, anzi, da kamikaze il solo pensiero di investire i nove miliardi di budget per questa iniziativa. Non ce lo possiamo permettere. Non per questo, almeno (e mi vengono in mente tutte le bagarre relative all'Expo di Milano). Lo dico a malincuore. Penso che, adesso come adesso, sia un'opportunità impiegare anche una parte di questo lingotto a favore di settori più "urgenti" all'interno dello Stato. Da studente, mi viene subito in mente il settore dell'istruzione. Immagino che ciò possa andare a vantaggio in primis degli studenti, magari migliorando sempre più la qualità dell'insegnamento. Poi dei professori, con qualche contratto a tempo indeterminato in più. Infine a vantaggio della stessa società: se continuiamo ad essere ignoranti, dubito potremmo compiere grandi progressi. Durante il dibattito si è spesso parlato di passione. Di cuore, quindi. Si, il cuore è l'unica benzina per giungere al successo. Ma il cuore non potrà nulla, se ad orientarlo, ad essere i suoi stessi occhi, non sarà la mente. Cuore e mente. L'una farà poca strada senza l'altra. L'una ha sempre fatto poca strada senza l'altra. Nemmeno venti metri. Potremmo essere i migliori in qualsiasi specialità, ma se rimaniamo

ignoranti sarà totalmente impossibile smuoverci dalla linea di partenza. Oltre che avere il grosso privilegio, l'unico privilegio democratico, di essere liberi. E di indignarci. Cuore e mente. E magari spendere qualcosa di più per costruire qualche palestra a Scampia.
Andrea Fancellu

TrovaRistorante

a Sassari Tutti i ristoranti »

Il mio libro

NARRATIVA, POESIA, FUMETTI, SAGGISTICA

Pubblica il tuo libro