Benetutti, nascite giù ma nelle scuole si aprono cantieri

Nel 2014 solo sette neonati e il Comune guarda avanti Se le pluriclassi spariranno, ospiteranno alunni del Goceano

BENETUTTI. La recente riforma scolastica non colpisce in maniera drastica il Goceano, ma soprattutto considerando il bassissimo tasso di natalità l’amministrazione comunale di Benetutti inizia ad attrezzarsi per il futuro rendendo più funzionali e moderne le sue scuole. L’istituto comprensivo del paese, che comprende anche Nule e Bultei, è stato già accorpato a quello di Bono con la nascita dell’Istituto Comprensivo Goceano, ma le linee guida per il futuro non prevedono nel territorio la cancellazione delle pluriclassi; ciò tramite una deroga che tiene conto delle situazioni di “assoluta e oggettiva necessità” dovute a condizioni di isolamento geografico: distanza di almeno 12 chilometri da altri punti di erogazione del servizio, strade interrotte e situazioni di emergenza negli edifici scolastici. Oltre a Bono, Benetutti è l’unico comune del Goceano a non avere pluriclassi ma questa condizione non potrà durare a lungo considerando che nel 2014 ci sono state solo 7 nascite.

Cosa si farà quindi, tra sei anni? Il sindaco Gianni Murineddu e l’assessore alla Pubblica Istruzione Maria Luisa Pala ci stanno già pensando, e per questo motivo hanno predisposto un piano di “gestione dell’emergenza” quando gli accorpamenti arriveranno, sempre che le linee guida della Regione non cambino. «In quest’ottica – spiega quindi l’assessore Pala – ci stiamo preparando ad avere strutture adeguate alle moderne esigenze della didattica e che siano punto di riferimento del territorio per le attività di apprendimento e per le attività formative, ricreative e culturali». Si inizia con l’autonomia energetica: due edifici scolastici su tre sono dotati di un impianto fotovoltaico da 20 kilowatt e altri interventi volti al risparmio sono stati effettuati o avviati. Tra questi, la sostituzione degli infissi e la realizzazione di un impianto di condizionamento nelle scuole elementari di via Monte Grappa, effettuato tramite un finanziamento di 150 mila euro del piano straordinario di interventi di edilizia scolastica della Regione denominato iscol@.

«Questo intervento – spiega il sindaco Murineddu – ci consente di ottenere un notevole risparmio in quanto viene migliorata l’efficienza energetica dell’edificio e soprattutto completamente azzerata la spesa per l’acquisto del gasolio per il vecchio impianto, che si aggirava intorno ai 25 mila euro l’anno». A questo si aggiungono altri due lavori finanziati dalla Regione e già appaltati: uno da 200mila euro nella scuola materna, per rifare i servizi igienici, la mensa e alcuni

spazi esterni, e un altro da 370 mila nelle scuole medie dove saranno ristrutturati la palestra e gli impianti sportivi, messi a norma gli impianti e realizzato un ascensore. Lavori importanti, e realizzati da imprese locali. Altri due progetti, infine, attendono il via libera della Regione.

TrovaRistorante

a Sassari Tutti i ristoranti »

Il mio libro

NARRATIVA, POESIA, FUMETTI, SAGGISTICA

Come trasformare un libro in un bestseller