Allarme per un boato, ma era un petardo

SASSARI. Un boato tanto violento che ha messo in allarme tutta l’area di Baddimanna. La gente nelle case, durante il pranzo domenicale, ha sussultato d’un tratto, molti sono scesi in strada. Un...

SASSARI. Un boato tanto violento che ha messo in allarme tutta l’area di Baddimanna. La gente nelle case, durante il pranzo domenicale, ha sussultato d’un tratto, molti sono scesi in strada. Un boato che si è manifestato nella zona tra via Prati e via Leopardi e che è sembrato un’esplosione, si è temuto il peggio. Invece - per fortuna, a questo punto - a movimentare una domenica sotto la pioggia, è stato probabilmente qualche buontempone che si è ritrovato un “petardone” da accendere e così da qualche parte, in quella zona, si è divertito, certamente senza immaginare di aver procurato un allarme così vasto.

Molti abitanti si sono riversati in strada, pensando a una violenta esplosione di qualche bombola, qualcuno ha pensato che si fosse incendiata la stufa della vicina palestra, visto che il rumore sembrava fosse arrivato da quella parte. Sta di fatto che, mentre il responsabile dello scoppio ha pensato al suo divertimento, i cittadini hanno immaginato il peggio. Chi si è preoccupato e ha chiamato i vigili del fuoco, chi la polizia, chi la Polstrada, il 118. E nella zona, ieri pomeriggio, intorno alle due e mezzo, è arrivata un’autentica task force, un mezzo dei vigili del fuoco, la polizia, l’ambulanza della Misericordia.

Durante il periodo

natalizio un’ordinanza del sindaco, su invito della questura, aveva fatto divieto di far esplodere petardi nell’area pubblica. Evidentemente, qualcuno aveva comunque fatto l’acquisto e non avendolo sfruttato a Capodanno ha pensato di farlo “fuori ordinanza”. Con tutto quello che ne è seguito.

TrovaRistorante

a Sassari Tutti i ristoranti »

Il mio libro

IL SITO DI GRUPPO GEDI PER CHI AMA I LIBRI

Scrivere e pubblicare libri: entra nella community