Ossi, al Comune le spese del campo sportivo

L’amministrazione pagherà i 7.200 euro che le società di calcio devono corrispondere al gestore

OSSI. Prove tecniche di gestione dell’impianto sportivo “Walter Frau”, aggiudicata in via definitiva alla Rti “Pegaso cooperativa sociale arl – Asd Sportissi” già dal maggio dello scorso anno per la durata di nove anni e con un canone pari a mille euro. La gestione dello stadio e degli impianti relativi, oggetto da poco di importanti interventi di ristrutturazione e di manutenzione straordinaria (tra cui la sostituzione dell’erbetta col manto sintetico) è stata affidata senza oneri per il Comune, consentendo così, rispetto alla precedente gestione diretta, notevoli risparmi, non dovendo l’ente accollarsi i costi di manutenzione, del personale e delle utenze (luce, acqua eccetera). Ovviamente il nuovo gestore, al fine di sostenere le spese, ha ritenuto di imporre alle società richiedenti un canone mensile di affitto per l’utilizzo dell’impianto: 300euro mensili che, al momento, dovrebbero andare a carico delle società sportive locali: cioè della Polisportiva Ossese e della “Ossi 2001”. Un canone considerato troppo oneroso per le due società che dovrebbe finire per gravare, in un momento di crisi economica come quella attuale, sulle famiglie degli iscritti.

In considerazione di ciò l’amministrazione comunale ha cercato tra le pieghe dei risparmi derivanti dalla cessione della gestione al privato la possibilità di venire incontro alle due società e alle famiglie degli iscritti accollandosi il peso della corresponsione del canone mensile richiesto dalla “Pegaso”, pari a 7.200 euro per il 2015.

La Polisportiva Ossese e Ossi 2001, si rileva nella delibera di giunta che ha formalizzato il provvedimento, svolgono infatti un’opera sociale altamente meritoria, in quanto contribuiscono alla promozione, allo sviluppo e alla diffusione dello sport, e, consentendo la pratica sportiva a centinaia fra minori e giovani residenti nel Comune, partecipano a pieno titolo alla formazione psicofisica e morale degli iscritti favorendone l’aggregazione. Di qui l’impegno dell’amministrazione a contribuire a sostenere le loro spese, considerato anche che l’ente comunale ha tra le finalità quella della promozione dello sport. La giunta ha quindi considerato la possibilità di raggiungere la cifra necessaria per il totale annuale del canone per conto delle due società sportive cumulando i risparmi ottenuti con la voltura delle utenze elettriche a carico della “Pegaso”, col mancato utilizzo del campo sportivo di via San Leonardo nel quartiere Litterai da parte della “Ossi 2001”, con l’assenza di oneri per manutenzione e personale degli impianti sportivi “Walter Frau” passati al nuovo gestore. Tutti risparmi che, sommati, consentono di

mettere insieme l’importo di 7.200 euro da inserire nel bilancio 2015. La somma sarà liquidata direttamente al gestore dall’amministrazione comunale con la stipula di un’apposita convenzione. Sulle due società e sulle famiglie dei numerosi iscritti torna dunque il sereno.

Pietro Simula

TrovaRistorante

a Sassari Tutti i ristoranti »

Il mio libro

NARRATIVA, POESIA, FUMETTI, SAGGISTICA

Pubblica il tuo libro