chiaramonti

I cento anni di Maria Rosa Tedde

Elegantissima, la donna ha festeggiato il secolo in una casa di riposo

CHIARAMONTI. Grande festa il 10 marzo alla casa di riposo “Le Rondini” per i cento anni della signora Maria Rosa Tedde, da qualche anno ospite della struttura. Un traguardo decisamente invidiabile, soprattutto se si considera la lucidità e la prontezza di spirito con cui zia Rosa lo ha raggiunto e che si riscontrano in ogni parola che la neo centenaria scambia quotidianamente sia con i nipoti, i quali ogni giorno non mancano di farle visita. Elegantissima per l’occasione, zia Rosa è stata festeggiata oltre che dai parenti, dagli altri ospiti e dal personale, dal parroco don Paolo Tirotto, dalla responsabile dei Servizi sociali Merler, dal vicesindaco Mannoni e dal sindaco Marco Pischedda, che ha omaggiato la festeggiata di una targa ricordo «per i suoi magnifici 100 anni».

La longevità non è fatto eccezionale nella famiglia Tedde, originaria di Nulvi. La sorella Nina, alla quale Maria Rosa era legatissima, è mancata nel 2012 alle soglie dei 102 anni. Le due sorelle, rimaste orfane di padre da bambine, erano state allevate dalla madre assieme al fratello Francesco che poi sarebbe diventato sacerdote. Deceduto don Tedde, tre anni fa, le due sorelle si erano trasferite a Sassari e poi a Chiaramonti, più vicine ai nipoti. Zia Rosa, ben consapevole dell’importanza della giornata, ha avuto ringraziamenti

e sorrisi per tutti e ha accettato di buon grado di farsi fotografare con quanti volevano una foto ricordo con lei, tra torte decorate e dolci di ogni tipo, regali e palloncini, e tanti mazzi di rose, soprattutto rosa che, decisamente, per zia Rosa non potevano mancare.

Letizia Villa

TrovaRistorante

a Sassari Tutti i ristoranti »

Il mio libro

NARRATIVA, POESIA, FUMETTI, SAGGISTICA

Come trasformare un libro in un bestseller