Al via i riti della Settimana Santa a Ossi

Si comincia domenica con le celebrazioni delle Palme e si proseguirà fino al giorno di Pasqua

OSSI. Sotto la guida del parroco don Barore Saba e con l’attenta regia dell’Arciconfraternita di Santa Croce si apre domenica la Settimana Santa: un ciclo di manifestazioni religiose particolarmente suggestivo e di intensa drammaticità, oltre che di grande partecipazione popolare. Teatro dei vari appuntamenti saranno l’Oratorio di Santa Croce, la chiesa parrocchiale di San Bartolomeo, le vie del centro storico. Primo atto domenica con la Festa delle Palme: alle 10,30 nella chiesa di Santa Croce il parroco benedirà le palme e i ramoscelli d’ulivo preparati nelle scorse settimane dai confratelli che poi li distribuiranno tra i fedeli. Subito dopo il lungo festoso corteo verso la chiesa parrocchiale riecheggerà la scena dell’ingresso di Gesù a Gerusalemme; quindi la messa solenne accompagnata dai canti del coro parrocchiale e da “Su Cuncordu San Bartolomeo”. Secondo appuntamento mercoledì alle 19 per la Via Crucis in via Amsicora (Largo); le stazioni si snoderanno verso il quartiere S’Iscala per ridiscendere poi verso la parte bassa di Pascasi e dirigersi quindi alla parrocchiale. Giovedì mattina l’appuntamento è a Sassari nel Duomo per la Messa Crismale; quindi si torna in paese, in parrocchia, per la “Missa in Coena Domini” e la lavanda dei piedi. Si chiuderà alle 21 con la veglia eucaristica. La giornata più intensa sarà quella di Venerdì Santo: alle 10,30 dalla Casa di Riposo Villa Gardenia partirà la processione dell’Addolorata che, dopo aver percorso alcune vie di Sos Pianos, si dirigerà verso la chiesa parrocchiale dove, alle 12 si svolgerà il rito de “S’Incravamentu”; alle 15, sempre in parrocchia, Via Crucis; alle 18 processione dell’Arciconfraternita da Santa Croce in parrocchia; alle 18,30 il “Passio” e quindi “Iscravamentu”, che sarà commentato momento per momento da padre Amedeo Salis e scandito dai canti sacri eseguiti dal Coro Boghes Noas. La giornata terminerà col mesto corteo che accompagnerà la lettiga col corpo del Cristo verso il Sepolcro nella chiesa di Santa Croce. Il Sabato Santo sarà dedicato alla riflessione e alla preghiera personale con la visita al Sepolcro; chiuderà alle 22 con la veglia pasquale e l’annuncio della Risurrezione. Domenica di Pasqua messe alle 8 e alle 10

nella chiesa parrocchiale; quindi l’ultimo atto, quello de “S’Incontru”, l’incontro della Madonna col Cristo risorto. Partenza della processione alle 10,45 da Santa Croce e infine “s’Incontru” alle 11,15 in Piazza del Popolo. Quindi tutti a casa per festeggiare in famiglia.

Pietro Simula

TrovaRistorante

a Sassari Tutti i ristoranti »

Il mio libro

NARRATIVA, POESIA, FUMETTI, SAGGISTICA

Come trasformare un libro in un bestseller