Castelli del Giudicato, esperti a confronto

OZIERI. Saranno illustrati in una conferenza in programma martedì a Ozieri alcuni itinerari tra i castelli del Giudicato di Torres: 18 strutture fortificate di epoca medievale e successiva che si...

OZIERI. Saranno illustrati in una conferenza in programma martedì a Ozieri alcuni itinerari tra i castelli del Giudicato di Torres: 18 strutture fortificate di epoca medievale e successiva che si trovano nel territorio che corrisponde, a grandi linee, all’attuale provincia di Sassari. La conferenza si terrà dalle 17.30 nella sala convegni del Museo diocesano di arte sacra e vedrà l’illustrazione degli itinerari da parte di Francesco Ledda, storico dell’arte e delegato provinciale dell’Istituto italiano dei castelli diretto nella sede sarda da Michele Pintus. Introdurrà la relazione Demetrio Mascia, storico del museo diocesano.

L’iniziativa di Ozieri rientra nell’ambito delle attività di promozione, divulgazione e conoscenza che l’Istituto italiano dei castelli porta avanti da 50 anni per promuovere la conoscenza e il mantenimento del ricco e variegato paesaggio che nel territorio nazionale conta oltre 20 mila fortificazioni. Un paesaggio nel quale la Sardegna ha una parte importante. «Il Giudicato di Torres - spiega infatti il dottor Ledda -, conserva in questo territorio 18 fortificazioni. Tra queste, all’interno del territorio diocesano vanno segnalati i castelli compresi nei comuni di Ardara, Tula, Berchidda, Oschiri, Burgos. Alcune di queste fortificazioni sono state costruite durante l’epoca giudicale,

ma la maggior parte sono nate per iniziativa delle famiglie dei Doria e Malaspina che le edificarono nei secoli XIII e XIV come centri di interessi economici e politici oltre che come strumenti di controllo militare del territorio». Un tesoro da riscoprire e valorizzare. (b.m.)

TrovaRistorante

a Sassari Tutti i ristoranti »

Il mio libro

PUBBLICARE UN LIBRO: DAL WEB ALLE LIBRERIE

Come vendere un libro su Amazon e da Feltrinelli