Borutta, i bimbi annunceranno sa missa fui fui

BORUTTA. Per la comunità di Borutta i riti della Settimana Santa sono il momento centrale e più sentito dell’intero anno liturgico e hanno mantenuto intatti nel tempo suggestione e valenza storica....

BORUTTA. Per la comunità di Borutta i riti della Settimana Santa sono il momento centrale e più sentito dell’intero anno liturgico e hanno mantenuto intatti nel tempo suggestione e valenza storica.

Le rappresentazioni, che hanno avuto inizio con la celebrazione della Domenica delle Palme, proseguono con le funzioni del giovedì, del venerdì e della domenica di Pasqua. Giovedì 2 aprile, alle 17, sarà celebrata la messa “in coena domini” con il rito della lavanda dei piedi. Seguirà, alle 21 l’adorazione comunitaria.

Venerdì 3 aprile, alle 15, a San Pietro di Sorres, nella pineta avrà luogo la via Crucis. Alle 16, i ragazzi del catechismo, andando in giro con le “mastracche” per tutto il paese, annunceranno ai fedeli “sa missa fui fui”. Alle 17,30, il corteo del Crocefisso partirà da Santa Croce verso la Chiesa Parrocchiale, accompagnato dai canti antichi e suggestivi del Miserere di “Su Cuncordu de Santa Rughe” di Borutta.

Alle 19,15 seguirà l’azione liturgica della Passione del Signore ancora una volta col Miserere di Su Cuncordu.

A conclusione la partenza della processione da Santa Croce, con le sette tappe fino alla Chiesa Parocchiale ove si svolgerà “S’Iscravamentu”, accompagnato dagli antichi canti della

Passione di Su Cuncordu.

Sabato 4 aprile, alle 21, si terrà la veglia pasquale. Si chiuderà domenica 5 aprile, giorno di Pasqua. Da Santa Croce a Piazza Kennedy, si terrà il corteo per “S’incontru” della Madonna con Gesù. Quindi la messa della Resurrezione.

Sergio Cuccureddu

TrovaRistorante

a Sassari Tutti i ristoranti »

Il mio libro

NARRATIVA, POESIA, FUMETTI, SAGGISTICA

Come trasformare un libro in un bestseller