La città in tanti clic con le Invasioni Digitali

Grande partecipazione all’iniziativa: le immagini di monumenti e luoghi diffuse sui social network

OZIERI. Grande successo per la prima edizione ozierese di Invasioni Digitali, progetto culturale nazionale che mira a promuovere le bellezze architettoniche italiane tramite la diffusione di immagini sui social network. Domenica mattina decine e decine di fotografi esperti e dilettanti, molti non ozieresi, giovani e meno giovani, armati di macchine fotografiche digitali, smartphone e tablet, hanno percorso il centro storico della città accompagnati dalla guida turistica Rosa Maria Lai di GirandOzieri catturando con il loro obbiettivo gli scorci più suggestivi e caricando le immagini, anche subito o dopo pochi minuti, sui social media facebook, twitter e instagram utilizzando i tag #invasionidigitali e #invasioneozieri.

Partendo dalla piazza Carlo Alberto, il corteo ha costeggiato la vicina chiesa del Rosario per scorgere il maestoso Prometeo di Aligi Sassu che orna la facciata della scuola media di San Gavino. In seguito hanno attraversato la piazza Duchessa Borgia, via Grixoni e i suoi palazzi nobiliari, via Gavino Cocco e il panorama sulla piana di Chilivani, la chiesa di Santa Lucia e le strette vie del rione Cadeddu sino al punto panoramico sul centro storico, infine la chiesa di San Francesco, la casa spagnola e l’ultima vista del panorama che si gode dalla piazza.

Tra i luoghi più fotografati ci sono stati gli interni della casa Bellu, gli ambienti affrescati di palazzo Vigliaroni, il rifugio di palazzo Pietri, la fontana Grixoni

con i suoi sotterranei, i suggestivi vicoletti e gli emozionanti punti panoramici.

L’evento è stato organizzato dalla no profit Janelas con GirandOzieri, la palestra Sport Revolution, le associazioni Sa Mendula e Artisende e il centro commerciale naturale Ozieri in centro. (b.m.)

TrovaRistorante

a Sassari Tutti i ristoranti »

Il mio libro

NARRATIVA, POESIA, FUMETTI, SAGGISTICA

Come trasformare un libro in un bestseller