L’antico liceo classico che 150 anni fa fu intitolato ad Azuni

L’istituto di via Rolando ricorda l’insigne giurista sassarese Tavola rotonda con Berlinguer, Pigliaru, Brigaglia e Chessa

SASSARI. Oggi è il Liceo Classico, Musicale e Coreutico “Azuni”, ma nacque come ginnasio, la scuola dove greco e latino aiutavano ad “allenare” la mente. Un istituto che può vantare una storia ultrasecolare. Nel 1861, con l’unità d'Italia, divenne Regio Liceo Classico e nel 1865 fu intitolato a Domenico Alberto Azuni, illustre giurista di natali sassaresi e studioso di Diritto marittimo e commerciale, che lavorò per i Savoia e per Napoleone.

La prima sede furono alcune aule in via Canopolo; nel 1933 fu inaugurato l’attuale edificio in via Rolando di discreto pregio storico-artistico, come l’aula magna decorata da dipinti di Mario Delitala.

Nei suoi 150 anni di storia il Liceo Azuni ha contribuito all'istruzione della classe dirigente locale e nazionale. Tra i suoi studenti si ricordano personalità di spicco, tra le quali due Presidenti della Repubblica (Antonio Segni e Francesco Cossiga) e due segretari del Partito Comunista Italiano (Palmiro Togliatti ed Enrico Berlinguer), oltre a numerosi altri politici, intellettuali, funzionari, magistrati, professori universitari, artisti, imprenditori e professionisti.

In occasione dei 150 anni dell’intitolazione dell’istituto a Domenico Alberto Azuni, la scuola ha organizzato una celebrazione che avrà come momento centrale una tavola rotonda che vorrà porre in discussione il ruolo che l’istruzione liceale generalista, in particolare quella classica, ha rivestito e continua a rivestire nella formazione del cittadino e del futuro professionista.

Mercoledì 27 maggio, alle 16.30, nell’aula magna del liceo, dopo i saluti del dirigente scolastico Massimo Sechi, i docenti Antonio Delogu e Francesco Bua parleranno sulla figura di Azuni e sul ruolo del liceo classico nella storia di Sassari; dopo l’Inno dell’Azuni, musicato da Davide Soddu, si aprirà la tavola rotonda moderata dal giornalista Costantino Cossu, sul tema dell’importanza degli studi liceali nella formazione degli studenti nel passato, le attuali scelte nel sistema dell’istruzione, il futuro degli studi classici nel sistema formativo. Alla tavola rotonda partecipano l’ex ministro dell’Istruzione Luigi Berlinguer, il presidente della Regione Francesco Pigliaru , lo storico Manlio Brigaglia e il pro rettore dell’Università di Sassari, Omar Chessa.

Sono

quindi previsti gli interventi e la discussione sui temi proposti e sviluppati da parte delle rappresentanze di docenti e studenti.

A trarre le conclusioni della manifestazione sarà Luigi Berlinguer, mentre in chiusura l’Orchestra del liceo Musicale eseguirà alcuni brani musicali.

TrovaRistorante

a Sassari Tutti i ristoranti »

Il mio libro

PER GLI SCRITTORI UN'OPPORTUNITA' IN PIU'

La novità: vendi il tuo libro su Amazon