santa maria coghinas

Anguille nelle acque della diga

Stamane l’Enel inaugura gli impianti di risalita per gli avannotti

SANTA MARIA COGHINAS. Gli avannotti, i piccoli nati delle anguille, nuoteranno per riprodursi nelle acque della diga di Casteldoria. Stamane, infatti, alle 10,30, nella centrale idroelettrica di Casteldoria, in occasione della giornata Onu dell’ambiente, l’Enel, la Provincia di Olbia Tempio e i Comuni del territorio inaugureranno insieme l’impianto di risalita per gli avannotti di anguilla.

Durante la mattinata saranno presenti gli alunni provenienti dalle scuole primarie e secondarie della bassa valle del Coghinas che visiteranno la centrale idroelettrica e il parco comunale Littu di Santa Maria Coghinas. Un progetto di sostenibilità ambientale che oggi prenderà vita alla presenza dei sindaci dei comuni di Santa Maria Coghinas, Pietro Carbini, di Viddalba, Vittorio Ara, di Valledoria Tore Terzitta e di Perfugas Dino Decandia, il presidente dell’Unione dei Comuni e sindaco di Tergu Gianfranco Satta, l’agenzia regionale Agris che si occuperà di monitorare il ripopolamento delle anguille nei laghi di Casteldoria e Coghinas, Lega Ambiente, il Consorzio di Bonifica Nord Sardegna, la Forestale e Andrea Asuni della Tenenza dei Carabinieri di Valledoria.

«Ancora una volta - dice il sindaco coghinese Pietro Carbini - con questo evento si dimostra che un sito produttivo industriale può creare sviluppo ed economia del territorio, valorizzando al contempo le risorse naturali del territorio che lo circondano».

Inoltre è già in fase progettuale un protocollo d’intesa con l’Enel per la valorizzazione dell’intero

territorio della Bassa valle del Coghinas (terme di Casteldoria, parco naturale Littu, torre dei Doria) affinchè i turisti e i visitatori che frequentano l’area interessata possano usufruirne all’interno di un circuito già esistente nei circuiti della provincia.

Giulio Favini

TrovaRistorante

a Sassari Tutti i ristoranti »

Il mio libro

IL SITO DI GRUPPO GEDI PER CHI AMA I LIBRI

Scrivere e pubblicare libri: entra nella community