Il salto più spettacolare a Monte Lerno

Il rally mondiale domani fa tappa a Pattada, a Ozieri e ad Ardara: percorsi tra i più impegnativi

PATTADA. In programma sabato, Pattada si prepara ad accogliere, come ogni anno, il famoso salto denominato “Micky’s jump” che ha fatto la storia del rallismo sardo. In centinaia, tra appassionati, fotografi e giornalisti, saranno a Monte Lerno per godersi lo spettacolo del salto della macchina, premiato per altezza e atterraggio migliore. La prova speciale prende il nome di uno dei suoi creatori. Si tratta di un salto in alto superiore a qualsiasi altro salto in tutta la World rally championship. Non tutti i piloti affrontano il salto di Micky a tutta velocità. Solo i veicoli perfettamente bilanciati possono evitare un atterraggio di naso, c’è infatti un forte rischio di danneggiare radiatore e telaio. Lo scorso anno si è aggiudicato il salto più lungo il pilota ceco Martin Prokop con la sua Ford Fiesta. Il più alto è stato quello del norvegese Andreas Mikkelsen con la Polo R. La montagna ospita il rally di Sardegna, valido per il rally mondiale, dal 2004 con una sola interruzione nel 2010. La speciale di questa edizione è lunga quarantadue chilometri. Sono due i passaggi a Monte Lerno: il primo intorno alle 10,30 e il secondo alle 19. I più grandi campioni di rally che vi hanno corso la considerano una tra le più difficili ed esaltanti prove dell’intero campionato.

Ozieri-Ardara. Restando nel Logudoro, il Rally Italia Sardegna di quest’anno ha proprio nel territorio una delle sue novità: la prova speciale Ozieri-Ardara, un inedito assoluto, che partirà, sempre sabato alle 12, dalla basilica medievale di Sant’Antioco di Bisarcio e percorrerà il territorio di Mesu ‘e Rios sino ad Ardara: poco più di sette chilometri di tragitto, dei quali più o meno cinque in sterrato, per una gara veloce che farà toccare alle auto punte di 100 chilometri orari. Una strada spettacolare, la definisce l’ideatore del percorso Tiziano Siviero, pluricampione di rally, che ne sottolinea l’andamento molto lineare e i tratti dossati che lo caratterizzano.

La corsa, quindi, sarà sicuramente molto apprezzata dai piloti in gara e dal pubblico, che oltre allo spettacolo del rally avrà occasione di ammirare le bellezze del territorio e gustare le specialità locali negli stand che saranno allestiti nel piazzale della basilica di Bisarcio, curati dal Comune di Ozieri con la collaborazione della società religiosa di Sant’Antioco. La basilica sarà visitabile con la guida degli operatori dell’istituzione

San Michele (info 079 787638).

Stesso discorso vale per Ardara, che avrà occasione di mostrare a un pubblico più vasto la bellissima basilica di Nostra Signora del Regno che costituisce il traguardo del “tragitto medievale” della prova speciale. (e.c. e b.m.)

TrovaRistorante

a Sassari Tutti i ristoranti »

Il mio libro

NARRATIVA, POESIA, FUMETTI, SAGGISTICA

Pubblica il tuo libro