Appalti pilotati: «Manda quattro dei tuoi»

Carabinieri, le intercettazioni tra il sindaco di Burgos e il vice di Nule per un impianto fotovoltaico

SASSARI. I carabinieri del nucleo investigativo del comando provinciale di Sassari e quelli della compagnia di Bono ci sono arrivati in maniera casuale, perché la loro attenzione era rivolta a scoprire gli autori degli attentati al comandante e al vice della stazione dell’Arma di Burgos (agosto 2013). Ascoltando le intercettazioni ambientali è saltata fuori la piccola “sindacopoli” in salsa goceanina. La mattina del 20 febbraio del 2014, il sindaco di Burgos Salvatore Arras (che è stato oggetto della misura catelare del divieto di dimora a Burgos, dovrà quindi fare l’amministratore da una sede neutra), alle 11.36 parla al telefono con Angelo Crabolu (vice sindaco di Nule, ma è stato anche sindaco). Discutono di un bando nel sito internet del Comune di Burgos per un impianto fotovoltaico. E Arras, oltre a chiedere di inviare altri quattro o cinque preventivi di amici suoi, indicati come «tuoi», fa anche riferimento a un lavoro gestito da Francesco Salis (geometra, collega di studio di Arras) per il convogliamento delle acque del comune di Burgos ( i particolari vengono rimandati a un incontro di persona).

Arras: Ascolta, controlla nel sito del paese.

Crabolu: Di paese?

A: Comune di Burgos.

C: Si, eh?

A: C’è manifestazione di interesse per progettazione impianti fotovoltaici...

C: Ah, e...ok.

A: Però ce la fai a mandarne altri quattro o cinque tuoi?

C: mh, ok va bene...

A: Oltre al tuo nominativo... li hai fatti almeno cinque impianti? Li hai fatti?

C: Eh, si, si, ci dovrebbero essere. Ok, tanto...

A: Poi fatti vedere per un’altra cosa... Ascolta Zizzu mi ha detto di quell’impianto di convogliamento acque che dobbiamo fare in paese no!

C: Magari ci vediamo tra poco dai...

A: Adesso fai questo subito, tanto per scrivergli due fesserie...

É solo uno dei dialoghi intercettati nella lunga attività di indagine dei carabinieri e che ha portato alla notifica di 15 misure cautelari interdittive nei confronti anche di alcuni amministratori pubblici. La figura principale, secondo gli investigatori, è quella del sindaco di Burgos Salvatore Arras (appena rieletto). Le accuse vanno dalla falsità materiale (anche di una determina) alla

turbata libertà degli incanti, in mezzo anche altri reati minori (furto e droga).

Intanto il neo sindaco di Nule Giuseppe Mellino ieri ha dichiarato: «Siamo vicini al vice sindaco Angelo Crabolu e confidiamo nella sua innocenza. Tutti noi del consiglio comunale lo sosteniamo moralmente».

TrovaRistorante

a Sassari Tutti i ristoranti »

Il mio libro

NARRATIVA, POESIA, FUMETTI, SAGGISTICA

Come trasformare un libro in un bestseller