Ferì due pastori, arrestato dopo due anni

L’episodio è accaduto a Muros nel 2013, il giovane romeno fermato dai carabinieri durante una rissa

SASSARI. Era ricercato da due anni, da quando era sfuggito alla cattura dopo un tentativo di rapina ai danni di due pastori di Muros che erano rimasti feriti nella colluttazione. Il complice era stato arrestato, ma lui aveva fatto perdere le tracce.

Nel fine settimana Abel Jamalt, 28 anni, romeno, è stato arrestato a Cagliari dai carabinieri motociclisti del nucleo radiomobile che sono intervenuti per sedare una rissa tra stranieri scoppiata in via Sardegna, nel quartiere Marina.

Una volta completate le operazioni di identificazione delle persone coinvolte nella lite, i carabinieri hanno effettuato le verifiche sulla banca dati e hanno scoperto che uno dei fermati era Abel Jamalt, il carpentiere scomparso ormai da due anni e sul quale pendeva un’ordine di custodia cautelare emesso a suo tempo dal Tribunale di Sassari che aveva contestato i reati di tentata rapina e lesioni.

Nel 2013, il giovane - insieme a un complice - era stato sorpreso dai titolari dell’azienda, nella zona di Muros, mentre cercava di mettere a segno un furto di rame. In quella occasione era nata una colluttazione nel corso della quale i due pastori erano rimasti feriti. Le indagini dei carabinieri avevano consentito di arrivare all’arresto del complice del giovane romeno che, invece, era riuscito a fare perdere le tracce. Così non era stato possibile dare esecuzione all’ordinanza di custodia cautelare in carcere emesso pochi giorni dopo dall’autorità giudiziaria.

Negli ultimi due anni Abel Jamalt non era più tornato all’attenzione delle forze di polizia, tanto che l’ipotesi prevalente è che avesse lasciato la Sardegna.

Nel fine settimana, la scoperta casuale, stavolta nella zona sud dell’isola. La chiamata al 112 ha segnalato una lite in corso tra un gruppo di stranieri. La centrale operativa ha inviato sul posto una pattuglia di carabinieri motociclisti che sono arrivati in via Sardegna in poco tempo.

I militari hanno identificato le persone presenti che sono state accompagnate in caserma per ulteriori approfondimenti. E qui, a sorpresa, è arrivata la scoperta che uno dei fermati era ricercato ormai da due anni.

Non si sa dove sia stato in tutto questo tempo Abel Jamalt - se abbia lasciato la Sardegna e sia rientrato di recente - anche se i carabinieri non escludono che possa essersi spostato solamente dal nord al sud dell’isola. Sono in corso ora ulteriori accertamenti, proprio per ricostruire le sue frequentazioni e capire se, nel frattempo, possa avere

commesso anche altri reati.

Dopo le formalità espletate nella caserma dei carabinieri, il giovane carpentiere romeno è stato trasferito nel carcere di Uta a disposizione dell’autorità giudiziaria che - già due anni fa - aveva emesso nei suoi confronti l’ordine di custodia cautelare.

TrovaRistorante

a Sassari Tutti i ristoranti »

Il mio libro

SCRIVERE: NARRATIVA, POESIA, SAGGI

Come trasformare un libro in un capolavoro