Due milioni per le abitazioni dell’ex Iacp

Parte il maxi piano di ristrutturazione, verranno resi agibili 13 alloggi in città e 44 nella provincia

SASSARI. Via libera della Regione al piano di recupero degli alloggi e immobili di edilizia residenziale. Un progetto “monstre” da 500 milioni del ministero delle Infrastrutture e Trasporti che ha chiesto a Comuni ed ex Iacp l’elenco delle unità immobiliari che, con piccoli e medi interventi di manutenzione ed efficientamento siano immediatamente disponibili.

Un inter lungo e arrivato lo scorso primo settembre a compimento, con la delibera che prevede per l’Isola l’arrivo di oltre 11 milioni di finanziamenti, con oltre 500mila euro per la sola città di Sassari, che permetteranno la ristrutturazione e la successiva assegnazione di 13 alloggi, e un altro milione e 200mila euro per il resto della provincia, con la messa a disposizione di ulteriori 44 alloggi.

Piccoli lavori. Il piano è articolato in due linee di intervento. La prima, che per il Sassarese vale poco più di 100mila euro, riguarda ristrutturazioni di importo inferiore a 15mila euro, finalizzati a rendere prontamente disponibili gli alloggi sfitti dopo piccoli lavori da realizzarsi entro 60 giorni dal provvedimento regionale di concessione del finanziamento. I soldi saranno anticipati dalla Regione attraverso l’utilizzo di una quota dei limiti di impegno 2015. I lavori riguarderanno Borutta, in via Padre Lanzani, per 7500 euro, Buddusò in via Salvemini (7mila euro), Bultei in piazza Fabrizio D’Andrè (10mila), Martis in corso Umberto I (8mila), Monti in via San Giovanni (7mila). Poi Mores in via Satta (8mila), in via Europa (7mila) e in via Aldo Moro (7mila). Ancora Nughedu San Nicolò in via Cagliari (7mila), Nulvi in via Pais Serra (8mila), Oschiri a San Pietro (8mila), Ozieri in via San Leonardo (8mila) e in piazza Dei caduti ozieresi (7mila). E ancora Ploaghe in via Regina Margherita (9mila), Romana, in via Segni (10mila), Santa Maria Coghinas in via Nenni (7mila) e due interventi a Telti, in via Montessori, per complessivi 19200 euro.

In città. Più complesso l’iter che riguarda la seconda linea di intervento, riservata agli interventi di ripristino più corposi come efficientamento energetico, messa in sicurezza, rimozione di materiali nocivi e pericolosi, superamento delle barriere architettoniche, frazionamenti e accorpamenti anche con rinnovo e sostituzione di parti strutturali degli edifici. In questo caso l’assessorato dei Lavori Pubblici regionale ha mandato di trasmettere il programma al ministero entro il 18 settembre e poi Roma provvederà al finanziamento. A Sassari riguarderà appartamenti ex Iacp in via Pascoli (17mila euro), via Baldedda (37mila) via Logudoro (25mila), via Anglona (37mila), tre appartamenti in

Corso Vittorio Emanuele II per complessivi 136mila euro, due in via Monte Grappa (100mila) e tre in via Canopolo (150mila). Poi un importante intervento a Ozieri, in via Giusti-via dei Ferrovieri, per 22 alloggi e 1 milione e 100mila euro. (g.bua)

TrovaRistorante

a Sassari Tutti i ristoranti »

Il mio libro

SCRIVERE: NARRATIVA, POESIA, SAGGI

Come trasformare un libro in un capolavoro