SCOGLIO LUNGO

Pioggia e tombini saltati, solita emergenza al Lungomare

PORTO TORRES. Una mezzora di pioggia intensa ha fatto saltare nel tardo pomeriggio di ieri, per l’ennesima volta, il tombino posizionato a metà tra la spiaggia dello Scoglio Lungo e il Lido Bar. La...

PORTO TORRES. Una mezzora di pioggia intensa ha fatto saltare nel tardo pomeriggio di ieri, per l’ennesima volta, il tombino posizionato a metà tra la spiaggia dello Scoglio Lungo e il Lido Bar.

La causa è il solito collettore fognario che va in pressione perché sottodimensionato, facendo saltare regolarmente il tappo del tombino che allaga completamente la strada prima di riversarsi sull’arenile.

La storia si ripete ormai ciclicamente da parecchi anni, e gli amministratori comunali di ieri e di oggi conoscono a memoria la carenza strutturale del deflusso delle acque bianche (a monte) che crea allagamenti in quella zona ogni qualvolta si presenta un violento acquazzone. Qualche anno fa il Corpo forestale aveva anche acquisito tutta la documentazione che riguardava gli scarichi fognari del Lungomare - dopo l’esposto-denuncia, con annesso video pubblicato sul social network, presentato dal comitato “Tuteliamo il Golfo dell’Asinara” - e l’ispettore Luigi Dore aveva ricevuto dall’ufficio tecnico, così come richiesto, le cartografie della rete fognaria che riguardavano il tratto di costa oggetto di un precedente sopralluogo.

Nel rimpallo di competenze tra Comune e Abbanoa, per cercare di risolvere un problema che va avanti da troppo tempo, a rischiare maggiormente sono gli esercizi commerciali di fronte alla spiaggia e lo stesso arenile che sopporta suo malgrado il disservizio del collettore. (g.m.)

TrovaRistorante

a Sassari Tutti i ristoranti »

Il mio libro

NARRATIVA, POESIA, FUMETTI, SAGGISTICA

Come trasformare un libro in un bestseller