Attività produttive: si concludono i lavori nell’area Pip

La zona artigianale nata 16 anni fa a Santa Maria Coghinas Opere di urbanizzazione, illuminazione, parcheggi, asfalto

Dopo sedici anni dalla realizzazione della zona artigianale Pip (Piano di insediamenti delle attività produttive) a Santa Maria Coghinas finalmente, sono in fase di completamento i lavori di bitumazione, impianto di illuminazione, parcheggi, passi carrai, scivoli per disabili e marciapiedi. L’importo dei lavori finanziato dalla Regione (assessorato all’Industria) per 230mila euro e di altri 23mila euro a carico del bilancio comunale, si inseriscono nel contesto della valorizzazione e del completamento delle opere di urbanizzazione nella zona Pip.

Più precisamente la zona Pip interessa il territorio a monte della strada provinciale che collega Santa Maria Coghinas a Valledoria, e si estende dal limite edificato del paese fino al bivio per Santa Teresa.

La realizzazione delle opere di urbanizzazione di questa zona per le attività produttive, denominate Opere di Completamento del Pip, sono state finanziate con la delibera della giunta regionale n. 50/49 del 21 dicembre 2012, ma i lavori sono partiti solamente ad aprile del 2014, e tra l’altro stanno prevedendo anche la regolarizzazione e la rettifica delle pendenze stradali, la stessa di un primo strato di conglomerato bituminoso sulle aree destinate a strade e parcheggi, il sottofondo in calcestruzzo dei marciapiedi e opere minori come la messa in quota dei pozzetti e la verifica dell’impianto d’illuminazione esistente. Inoltre, a seguito di una modifica nell’accessibilità dell’area di interesse pubblico, è previsto anche il prolungamento della strada per uno sviluppo complessivo di 50 metri.

«Dopo decenni di disagi per i nostri concittadini che avevano investito i propri risparmi per acquistare lotti e capannoni nella zona industriale – dichiara il sindaco Pietro Carbini – i loro sogni di vedere finalmente completata la zona industriale si realizzano. L’avevamo promesso in campagna elettorale che ci saremmo occupati di intervenire sulla zona Pip, perché non si poteva continuare a fare finta di niente e lasciare da soli questi coraggiosi imprenditori che stanno fronteggiando una crisi mai vista e in più non avevano neanche la possibilità di utilizzare al meglio le proprie strutture in quanto mancava tutto il necessario per potere operare al meglio nella zona industriale».

Ora il primo cittadino lancia un appello a tutti gli imprenditori del territorio che volessero fare i propri investimenti nella zona industriale coghinese: «Dopo questi interventi – conclude il primo cittadino Carbini – chiunque

avesse intenzione di volere acquistare un lotto e un capannone nella nostra area industriale può rivolgersi ai nostri uffici comunali per tali richieste. I tempi d’assegnazione saranno brevissimi, per dare subito l’opportunità di iniziare la sua attività per chi vuole lavorare nel territorio».

TrovaRistorante

a Sassari Tutti i ristoranti »

Il mio libro

IL SITO DI GRUPPO GEDI PER CHI AMA I LIBRI

Scrivere e pubblicare libri: entra nella community