A Bottidda l’arte di raccontare con le immagini

BOTTIDDA. È stata inaugurata, nel Centro sociale di Bottidda, la mostra dedicata all’illustratore e pittore ceco Štepán Zavrel, scomparso nel 1999. È la prima tappa di un lungo percorso che vede...

BOTTIDDA. È stata inaugurata, nel Centro sociale di Bottidda, la mostra dedicata all’illustratore e pittore ceco Štepán Zavrel, scomparso nel 1999. È la prima tappa di un lungo percorso che vede coinvolti paesi di tutta l’isola. Il titolo della mostra, “Štepán Zavrel. L’arte di raccontare con le immagini”, suggerisce un aspetto che accomuna i grandi illustratori: la capacità di narrare al di là delle parole. La mostra è un progetto curato dall’associazione culturale Lughenè di Samugheo, in collaborazione col comune di Bottidda, con la casa editrice Bohem press Italia e con il Castello di Brazzà, che ospita il Centro internazionale di studi per la cultura dell'infanzia Štepán Zavrel, dove sono conservati gli originali. Sessanta illustrazioni, pannelli a grandezza di bambino e proiezioni video compongono la mostra rivolta ai bambini della scuola dell’infanzia e primaria, a bibliotecari, insegnanti e appassionati. Il progetto è un percorso di avviamento all’arte che mira a promuovere la lettura tra i più piccoli. Nelle opere di Zavrel, che ha pubblicato ventotto libri per bambini, si incontrano tematiche sociali, come nel libro “Nonno Tommaso”. Qui l’artista affronta il problema dell’invecchiamento proponendo una conclusione solidale condivisa da tutti i protagonisti. Oppure “L'ultimo albero” riferito al disboscamento perpetrato dagli abitanti di una comunità per fini di lucro. La mostra di Zavrel a Bottidda potrà essere visitata fino a questo venerdì. L’esposizione si sposterà poi in altri comuni: dal 17 al 22 novembre a Putifigari, dal 23 al 28 novembre a Siniscola, dal 30 novembre al 5 dicembre a Bitti, dal 7 all’11 dicembre a Gergei. Proseguirà anche

nel 2016 in altri comuni dell’isola. Nel progetto sono incluse numerose attività collaterali: visite guidate, laboratori di scrittura creativa, laboratori artistici di Teatro delle ombre, giochi con l’arte e creazione di un erbario. Il tutto ispirato ai libri in mostra.

Elena Corveddu

TrovaRistorante

a Sassari Tutti i ristoranti »

Il mio libro

NARRATIVA, POESIA, FUMETTI, SAGGISTICA

Come trasformare un libro in un bestseller