dopo la morte di Antonella e Davide

Bottidda in lutto, niente festa

Il comitato Sant’Antonio Abate ha annullato le manifestazioni

BOTTIDDA. Il comitato Sant’Antonio Abate per i festeggiamenti del 16 gennaio ha deciso all’unanimità di sospendere le manifestazioni civili riguardanti l’accensione dei falò a causa della tragedia che ha sconvolto l’intero paese lo scorso 21 dicembre. Il piccolo comune è ancora indubbiamente scosso per la perdita dei compaesani Antonella Galistu, trentacinquenne originaria di Illorai, e il figlioletto Davide Pilu, di appena quindici mesi. Coinvolti in uno scontro frontale nella Nuoro- Macomer, i due dopo essere stati trasportati all’ospedale di San Francesco di Nuoro non ce l’hanno fatta, tra lo sgomento di tutti. «Ciò che è successo - ha commentato il sindaco Daniele Cocco – ha lasciato l’intero paese in preda al grande sconforto, e pensando di rappresentare i sentimenti di tutta la comunità, il comitato organizzatore ha ritenuto di non procedere

ai festeggiamenti per rispetto verso chi ha vissuto direttamente questa immane tragedia”. La festa di Sant’Antonio è una festa molto sentita in paese e attira visitatori da tutto il Goceano. Quest’anno non sarà così. Bottidda sarà un paese che ancora vestirà il lutto cittadino. Elena Corveddu

TrovaRistorante

a Sassari Tutti i ristoranti »

Il mio libro

NARRATIVA, POESIA, FUMETTI, SAGGISTICA

Come trasformare un libro in un bestseller