Fsi: «Asl paghi i debiti contratti con la Sgb»

Il sindacato chiede spiegazioni urgenti su un presunto conto in sospeso da un milione di euro

PLOAGHE. Anche il sindacato Fsi interviene sulla drammatica situazione della struttura di riabilitazione San Giovanni Battista. «La Asl di Sassari ha un debito di un milione di euro nei confronti della Sgb, cifra che basterebbe per risolvere i problemi dei lavoratori e delle loro famiglie sofferenti da anni. Perché l’ente non paga? Perché ignora in maniera così evidente la grave situazione dei dipendenti della ex-Ipab? Vogliamo avere tutte le informazioni a riguardo per capire cosa sta avvenendo prima di decidere quali forme di protesta e lotta saranno necessarie per sostenere questa legittima rivendicazione», afferma la Segretaria territoriale dell’Fsi Mariangela Campus.

L’Fsi riferisce di aver già inviato una lettera di sollecitazione al commissario della Asl e all’assessore regionale alla Sanità per chiedere notizie in proposito.

«Visto il dramma che stanno vivendo i 200 lavoratori dell’ex-lpab che da sei mesi non percepiscono lo stipendio - si legge nella lettera - e considerato che Sgb vanta da tempo un credito nei confronti della Asl Sassari pari ad un milione di euro, cifra comunicataci durante una riunione di trattativa con l’amministrazione della Fondazione, vogliamo le giuste informazioni sulla questione, con urgenza».

Un’agonia, quela della struttura di Ploaghe che non sembra mai avere fine, nè si vede all’orizzonte una possibile soluzione. «Ci si interroga sulle motivazioni che ostacolano la direzione della Asl che non ha ancora provveduto a saldare il credito, sollecitiamo

quindi un celere riscontro con la viva speranza che la situazione si avvii a conclusione in tempi rapidi e si chiuda una vertenza che dura da troppi anni, restituendo serenità professionale ed economica ai lavoratori e alle loro famiglie», conclude la segretaria territoriale dell’Fsi.

TrovaRistorante

a Sassari Tutti i ristoranti »

Il mio libro

NARRATIVA, POESIA, FUMETTI, SAGGISTICA

Come trasformare un libro in un bestseller