Sabato la mascherata dei macellai

Tutto pronto per l’ «irriverente» sfilata con partenza alle 17 dal mercato civico

SASSARI. C’è grande attesa per la consueta sfilata in maschera organizzata dal Gremio dei macellai, pronti a onorare la tradizione. Da otto secoli a oggi, hanno sempre sfilato con il loro carnevale e sabato riproporranno la meravigliosa parata, con partenza alle 17 dal mercato civico, da sempre sede naturale della manifestazione. Si lavora freneticamente agli ultimi preparativi per la vestizione dell’orso, l’uomo vestito di pelli di capra. Sassari riscopre e rinnova il carattere irriverente della festa con i tipici suoni della tradizione: il seghede seghede, strumento ricavato dalla vescica di maiale rigonfia d’aria posta su un fusto di canna, lu bottu, il tamburo a frizione, lu trimpanu, il tamburello con sonagli e lu tamburu. Quindi si raggiungono le vie del centro storico per dar vita a una grande festa. Contrariamente a quanto accadeva nelle scorse edizioni, quest’anno non saranno allestiti i carri delle diverse borgate ma ci sarà solo la sfilata in maschera a piedi. Lungo il circuito del centro sono già state allestite le luci, le bancarelle di coriandoli e dolciumi e i palchi che ospiteranno musicisti e comici. L’allegria travolgerà in un vortice di colori, musica e divertimento i bambini, i giovani e le famiglie che saranno grandi protagonisti della festa. Anche in questa edizione è prevista la partecipazione dei malati dell’associazione la Sorgente. Al termine della sfilata seguirà una grande arrostita offerta dal gremio di San Maurizio (all’interno del vecchio

mercato) accompagnata da due gruppi musicali (Alessio e non solo folk e Ammenti Passaddi) impegnati nell’esecuzione di brani della tradizione sassarese. Saranno i cavalieri dell’ordine di Malta a servire le pietanze ai partecipanti che, se vorranno, potranno offrire un piccolo contributo.

TrovaRistorante

a Sassari Tutti i ristoranti »

Il mio libro

NARRATIVA, POESIA, FUMETTI, SAGGISTICA

Come trasformare un libro in un bestseller