assenteismo

Ente Foreste, oggi l’appello al Tribunale della libertà

SASSARI. Saranno depositate tra oggi e domani le richieste di appello al tribunale della libertà da parte dei difensori dei cinque dipendenti dell’Ente Foreste sospesi dal lavoro con un provvedimento...

SASSARI. Saranno depositate tra oggi e domani le richieste di appello al tribunale della libertà da parte dei difensori dei cinque dipendenti dell’Ente Foreste sospesi dal lavoro con un provvedimento del giudice delle indagini preliminari perché accusati di assenteismo. I cinque lavoratori, insieme ad altri due colleghi per i quali non è stato adottato il provvedimento di sospensione, erano finiti nel mirino della guardia di finanza dopo la segnalazione del direttore dell’ente regionale con sede in via Roma. L'inchiesta del nucleo di polizia tributaria delle Fiamme gialle era scattata a novembre del 2014. Per cinque mesi gli investigatori del nucleo di polizia tributaria della guardia di finanza hanno pedinato, filmato e fotografato i movimenti degli indagati, documentando quella che secondo il sostituto procuratore Mario Leo sarebbe una truffa aggravata ai danni dello Stato. Era stato il malumore dei colleghi che svolgevano regolarmente il proprio dovere a far scattare l'indagine. Dopo aver raccolto una serie di lamentele il direttore, subissato dalle lamentele di una buona parte dei 46 dipendenti dell'Ente Foreste, che denunciavano le continue assenze dall'ufficio di alcuni colleghi, aveva prima provato con l'emanazione di alcune circolari per richiamare i “furbetti del cartellino”

all’ordine, poi si era rassegnato e aveva presentato un esposto in Procura. E tra i sette indagati ci sono anche tre esponenti delle tre sigle sindacali più famose: Cgil, Cisl e Uil. Dopo la notizia dell’inchiesta all’interno delle organizzazioni sindacali è scoppiato un terremoto.

TrovaRistorante

a Sassari Tutti i ristoranti »

Il mio libro

NARRATIVA, POESIA, FUMETTI, SAGGISTICA

Pubblica il tuo libro