Dal Gal pioggia di fondi per oltre 10 milioni di euro

Sono le somme erogate nel periodo 2007/2013 a Comuni, enti pubblici e imprese Il cda del Coros-Mejlogu ha prorogato l’incarico al presidente Senes e allo staff

THIESI. Il consiglio di amministrazione del Gal (Gruppo di Azione Locale) del Coros, Goceano, Meilogu, Monte Acuto, Villanova ha deciso di prorogare l’incarico al presidente uscente, Giammario Senes, e all’intero staff tecnico fino al giugno 2016. La decisione è stata presa nel corso dell’assemblea ordinaria dei soci, tenuta a Thiesi nella sala Aligi Sassu, che prevedeva il rinnovo, per fine mandato, del cda e del collegio sindacale.

Il Gal conta 97 soci, di cui 37 pubblici (34 comuni, Camera di Commercio, Ente Foreste e Provincia di Sassari) e 57 privati, tra associazioni di categoria ed aziende singole.

Il nuovo organigramma del Gal sarà pertanto composto dal presidente uscente, dal vice Giovanni Antonio Sanna e dai consiglieri Dario Fenu, Paolo Murgia, Francesco Canu Margherita Cabras e Gianni Pompedda. Il collegio sindacale sarà presieduto da Laura Cannas Aghedu, con Gerolamo Meloni e Giovanni Ghi. La struttura tecnica, fino a giugno, sarà formata dal direttore Giuseppe Sotgiu, il responsabile dell’area amministrativa finanziaria Pietro Cossu e gli agenti di sviluppo territoriale Marco Tedde, Salvatore Fadda, Emanuela Porqueddu e Giovanni Cherchi che continueranno a essere a disposizione dei soci per la nuova programmazione 2014-2020.

Il presidente Giammario Senes, ha aperto i lavori con una relazione sulle linee essenziali delle attività svolte dal Gal nella programmazione 2007/2013, ormai giunta al termine. Un’attività che ha consentito il raggiungimento di risultati importanti che, nonostante le criticità riscontrate, come la difficoltà di accesso al credito da parte dei beneficiari e i ritardi dell’organismo pagatore (Agea), ha visto il Gal emettere circa 300 decreti di concessione, per un totale di oltre 10 milioni di euro di risorse pubbliche. Sono state finanziate 20 attività, fra agriturismi, fattorie didattiche e strutture adibite al turismo equestre, 22 impianti di energie rinnovabili, 16 imprenditori dell’artigianato tipico locale, 8 attività di servizi alla persona e alle imprese; 65 strutture ricettive extralberghiere come B&B e affittacamere, sparsi in tutto il territorio del Gal, 4 centri di accoglienza turistica promossi e realizzati dalle Unioni dei Comuni e dai Comuni di Ittiri e Villanova. Sono stati inoltre emessi 33 decreti a favore degli enti pubblici del Gal, per finanziare i vari servizi culturali, ambientali e tecnologici, 50 decreti ai privati e ai beneficiari pubblici, per la salvaguardia del paesaggio rurale. Un risultato più che soddisfacente, reso possibile dall’impegno dell’intero consiglio di amministrazione e dall’importante lavoro della struttura tecnica. Sugli argomenti trattati si è aperto un dibattito nel corso del quale sono state fatte diverse osservazioni e interessanti proposte per il futuro . In particolare è stata chiesta una maggiore incisività nell’azione di

comunicazione e collegamento fra tutte le realtà territoriali del Gal per dare una maggiore prospettiva di crescita all’interno di un territorio colpito dal grave fenomeno della disoccupazione e della crisi economica. Allo scopo saranno programmati degli incontri con le amministrazioni locali.

TrovaRistorante

a Sassari Tutti i ristoranti »

Il mio libro

NARRATIVA, POESIA, FUMETTI, SAGGISTICA

Come trasformare un libro in un bestseller