monteleone rocca doria

Raccolta di foto e video sugli anni del Novecento

MONTELEONE ROCCA DORIA. “A spasso nella memoria di Monteleone Rocca Doria. Immagini e racconti privati del Novecento”: è l'ambizioso progetto dell'associazione culturale "Amici di Monteleone Rocca...

MONTELEONE ROCCA DORIA. “A spasso nella memoria di Monteleone Rocca Doria. Immagini e racconti privati del Novecento”: è l'ambizioso progetto dell'associazione culturale "Amici di Monteleone Rocca Doria", attraverso il quale si intende raccogliere, catalogare, conservare e rendere fruibile la memoria storica e dell'identità del borgo del Novecento, attraverso le fotografie e video che verranno recuperati, ma anche i racconti di vita di chi ha vissuto quel periodo.

Il progetto abbraccia diverse aree tematiche: immagini e racconti di vita quotidiana; immagini e racconti di persone all'interno del contesto urbano e rurale; relazione tra la vita quotidiana e gli eventi pubblici storici; fotografie, video e racconti privati.

Monteleone è un paesino ricco di storia, che affonda le sue radici già nel lontano 1.300, quando era un importante feudo dei Doria, a presidio della valle del Temo. Nel corso del '900, il secolo segnato drammaticamente da guerre e scontri di ideologie, ma anche dall’emergere di nuovi soggetti politici, di nuove solidarietà e di nuove forme di partecipazione, il paese passa da una popolazione di poco più di quattrocento abitanti all’inizio del secolo ai circa i 120 di oggi. Storie, bagagli culturali, esperienze individuali e collettive si intrecciano a costituire il nuovo volto del paese, così come le nuove strade, le nuove piazze, le nuove case e le nuove abitudini di vita condizionate dallo spopolamento che continua lento ma costante nel tempo. «L’identità del paese è strettamente legata all’elaborazione della memoria collettiva – afferma il presidente dell'associazione Donatella Musu – che non può che nascere dalla condivisione e dal confronto tra le diversità delle storie individuali. Conoscenza della propria storia per la salvaguardia e garanzia della propria identità futura è, dunque, per noi, un obiettivo primario».

La memoria privata è stata affidata nel Novecento prevalentemente all’immagine di una fotografia o di un video amatoriale. «Perché tali memorie non restino solo individuali, non si disperdano, ma divengano patrimonio condiviso del paese – afferma Giovanna Masala, curatrice e responsabile del progetto – vogliamo invitare tutti i compaesani a contribuire, con le proprie testimonianze, fotografie e video

amatoriali, all’istituzione di un archivio della memoria collettiva. La raccolta dei documenti sotto forma di registrazione di interviste e digitalizzazione di foto e video, inizierà a marzo. Per info e per inviare i documenti digitali: info@monteleoneroccadoria-amici.org.

Leonardo Arru

TrovaRistorante

a Sassari Tutti i ristoranti »

Il mio libro

NARRATIVA, POESIA, FUMETTI, SAGGISTICA

Stampare un libro risparmiando: ecco come fare