Agris, ritardi nel pagamento degli stipendi

OZIERI. Continua a dimostrare «colpevole inerzia» l’assessore regionale all’Agricoltura, che dal mese di ottobre non è ancora riuscita a nominare il direttore generale dell’agenzia Agris. L’accusa...

OZIERI. Continua a dimostrare «colpevole inerzia» l’assessore regionale all’Agricoltura, che dal mese di ottobre non è ancora riuscita a nominare il direttore generale dell’agenzia Agris. L’accusa proviene dal consigliere regionale de La Base Gaetano Ledda, già più volte intervenuto sull’argomento che ora è oggetto di una interrogazione da lui presentata nei giorni scorsi. In essa si richiede un’urgente risoluzione del problema, e si interroga l’assessore sulle cause del ritardo nella nomina del direttore di Agris. Alcune sono note: come l’annullamento del primo bando per la raccolta dei curriculum, deciso dall’assessore dopo le proteste e le polemiche sollevate dalla prima procedura, che conteneva alcune parti «inammissibili». Una decisione giusta, ma che si poteva evitare, dice Ledda, se si fossero assunti pareri preventivi. Ecco quindi lo slittamento dell’iter, che solo all’inizio di marzo ha visto la nomina della commissione incaricata di valutare le candidature che però, anche a causa dell’avvenuta sostituzione di uno dei suoi componenti (avvenuta Martedì 8 marzo), non ha ancora iniziato a lavorare. Nel frattempo l’agenzia è ferma, inoperosa: lo segnala Ledda ma lo lamentano anche i sindacati, che nei giorni scorsi hanno inviato una lettera all’assessorato segnalando «l’impossibilità di garantire la liquidazione

delle competenze spettanti ai titolari di borse di studio-collaborazioni e personale a termine, di procedere con il pagamento delle competenze stipendiali del personale di ruolo e di procedere con il saldo di qualsiasi fattura relativa all’acquisto di beni e servizi già resi». (b.m.)

TrovaRistorante

a Sassari Tutti i ristoranti »

Il mio libro

NARRATIVA, POESIA, FUMETTI, SAGGISTICA

Come trasformare un libro in un bestseller