Vai alla pagina su Brigata Sassari
Soroptimist

Un 8 marzo per le donne libanesi

La Brigata Sassari consegnerà medicinali e presìdi donati dal club

SASSARI. L'8 marzo del Soroptimist Club di Sassari all'insegna della solidarietà verso le donne del Libano del Sud. Il sodalizio ha infatti consegnato indispensabili prodotti medicali e igienico sanitari da donare alle donne e ai minori del Libano del sud: termometri digitali, succhiotti, kit di pannolini, creme per ferite o ustioni, ed altri prodotti farmaceutici che i militari della Brigata Sassari consegneranno alle madri e ai bambini libanesi durante la missione Unifil (United Nations Interim Force in Lebanon).

I caschi blu della “Sassari” opereranno da aprile ad ottobre nel "Paese dei cedri" dove avranno il compito di "assistere la popolazione civile e sostenere le forze armate libanesi nelle operazioni di sicurezza e stabilizzazione dell'area per prevenire un ritorno delle ostilità e creare le condizioni per una pace duratura. «Vogliamo creare un ponte di concreta solidarietà nel sostegno di quelle donne che vivono situazioni di bisogno – hanno detto la presidente del Soroptimist Chiara Sanna e l'avvocato Maria Paola Oggiano –. Un filo rosso di affetto e supporto concreto che si dipana dal Club Soroptimist di Sassari e arriva fino in Libano con i peacekeepers della Brigata Sassari». Il Soroptimist International è accreditato all'Onu con voto consultivo

e delle Nazioni Unite segue e sviluppa le direttive, con progetti e attività a sostegno delle donne, della pace e dei diritti umani. Da tempo collabora con la Brigata Sassari a supporto di iniziative umanitarie e in favore delle popolazioni che soffrono condizioni di grave difficoltà.

TrovaRistorante

a Sassari Tutti i ristoranti »

Il mio libro

NARRATIVA, POESIA, FUMETTI, SAGGISTICA

Pubblica il tuo libro