San lorenzo a osilo

I bambini a lezione nella valle dei mulini

OSILO. A scuola di dolci, di storie, di favole, nella Valle dei Mulini di San Lorenzo. È l’impagabile esperienza vissuta dagli alunni delle classi terze A e B dell’VIII Circolo di Sassari, ospiti...

OSILO. A scuola di dolci, di storie, di favole, nella Valle dei Mulini di San Lorenzo. È l’impagabile esperienza vissuta dagli alunni delle classi terze A e B dell’VIII Circolo di Sassari, ospiti dell’associazione culturale “Badde lontana”. Una giornata in cui le scolaresche hanno scoperto i segreti degli antichi mulini idraulici, hanno viaggiato con la fantasia nella loro storia, hanno potuto “mettere le mani in pasta” in senso letterale, lavorando alla preparazione di dolci che poi hanno infornato e consumato in allegria. L’iniziativa è nata dalla richiesta di alcune insegnanti delle classi terze A e B dell’VIII circolo di via Washington di Sassari, e si è articolata in due diversi laboratori. Il primo, curato dalla vicepresidente dell’associazione Badde lontana, Annalisa Pisano, si è svolto nel mulino di proprietà del Comune. Qui i bambini - una classe al mattino e l’altra nel pomeriggio - hanno realizzato le tipiche ricottelle sarde, che poi si sono portati via, con evidente orgoglio, prezioso bottino conquistato con le loro mani e la loro fantasia. Nello stesso edificio, i bambini hanno preso confidenza con un vecchio mulino, con i suoi ingranaggi, le sue dotazioni e la sua storia. Il secondo laboratorio, proposto dal presidente dell’associazione Antonio Strinna, si è svolto sulle sponde del torrente sottostante la chiesa, ed è consistito in un viaggio alla scoperta della storia della valle, dei suoi mulini e della sua natura, un viaggio che ha visto come protagonista e anche snodo narrativo il torrente stesso. Partendo dalla sorgente sino ad arrivare al mare, i bambini lo hanno seguito nel suo percorso e si sono divertiti a intrecciare storia e leggenda, realtà e favola, potendo così esprimere il loro mondo fantastico. La valle è così diventata la loro dimensione preferita, un luogo di scoperte sorprendenti ma anche di favole divertenti, capaci di attivare la loro migliore vena creativa. I bambini hanno avuto modo di scoprire anche grotte, cascatelle, piante ed erbe rare, pesci in laghetti naturali, tracce di una foresta pietrificata e infine, nella casa di Baingio Palmas, un mulino in miniatura. Oltre che dai dirigenti dell’associazione Badde lontana, i ragazzi sono stati accompagnati dalle insegnanti Vera Ballore, Annalisa Contini, Marilena Cuccu, Alessandra Chessa, Paola Masala, tutte dell’VIII Circolo di Sassari. Alla fine, l’emozione e l’entusiasmo era palpabile

in tutti i partecipanti, grandi e piccoli. Il concetto di sperimentazione didattica si è realizzato nel suo senso più vero, in una dimensione assolutamente insolita e originale. Una opportunità che di sicuro interesserà anche altre scuole di Sassari e del circondario.

Mario Bonu

TrovaRistorante

a Sassari Tutti i ristoranti »

Il mio libro

NARRATIVA, POESIA, FUMETTI, SAGGISTICA

Pubblica il tuo libro