«Isa ti amo»: 32enne imbratta la statua

SASSARI. Voleva lasciare un segno del suo amore, ha preso dei gessetti colorati e ha scritto: “Isa ti amo”. Peccato che la tela del suo sentimento fosse il piedistallo marmoreo di Vittorio Emanuele...

SASSARI. Voleva lasciare un segno del suo amore, ha preso dei gessetti colorati e ha scritto: “Isa ti amo”. Peccato che la tela del suo sentimento fosse il piedistallo marmoreo di Vittorio Emanuele II. Gli agenti della polizia locale, che operano nella stazione mobile di piazza Castello, l’hanno beccato giovedì notte, alle 21,30, proprio mentre rifiniva il proprio capolavoro. Anche loro, come chiunque, avranno pensato alla bravata di un ragazzino e invece, quando un agente ha scavalcato la recinzione e si è avvicinato, ecco la sorpresa. L’imbrattatore innamorato è un uomo di 32 anni, sassarese, con precedenti.

I vigili lo hanno fermato e denunciato all’autorità giudiziaria. Ora dovrà rispondere del reato di deturpamento e imbrattamento di cose altrui, che se commesso su monumenti di interesse storico o artistico, comporta una pena da tre mesi a un anno di reclusione e una multa che varia dai 1000 ai 3000 euro.

Ora, è vero che l’amore non ha prezzo, ma questa esternazione nella pubblica piazza rischia di pagarla davvero cara. Probabilmente un messaggino su messenger

o su whatsapp, corredato di una sfilza di cuoricini e di baci, sarebbe stato molto più banale ma anche molto più a buon mercato.

Il reato non si cancellerà, ma per fortuna il segno del suo amore non resterà indelebile: "Isa ti amo", con un po’ di olio di gomito, verrà subito cancellato.

TrovaRistorante

a Sassari Tutti i ristoranti »

Il mio libro

IL SITO DI GRUPPO GEDI PER CHI AMA I LIBRI

Scrivere e pubblicare libri: entra nella community