La Regione apre un tavolo con l’Unione di 11 comuni

Programmazione territoriale di Anglona, Bassa Valle del Coghinas e Osilo Gianfranco Satta: «Premiata la sinergia tra enti locali. Siamo sulla strada giusta»

PERFUGAS. La programmazione territoriale dell’Unione dei Comuni dell’Anglona e della Bassa Valle del Coghinas sarà discussa in un tavolo di partenariato nella sede dell’assessorato regionale della Programmazione. Si tratta del primo concreto riconoscimento da parte della Regione delle proposte dell’Unione dei Comuni (Bulzi, Chiaramonti, Erula, Laerru, Martis, Nulvi, Perfugas, Santa Maria Coghinas, Sedini e Tergu) in associazione con il Comune di Osilo come funzionale soggetto proponente. La determinazione regionale numero 4712 del 31 maggio 2016 è stata accolta con particolare entusiasmo negli undici comuni interessati.

«Il lavoro, la sinergia, la partecipazione e la programmazione pagano e ripagano degli sforzi profusi e premiano il territorio – ha commentato con particolare entusiasmo Gianfranco Satta, sindaco di Tergu e presidente dell’Unione di Comuni – e questo riconoscimento, arrivato dalla Regione, conferma ancora una volta che siamo sulla strada giusta, e che la sinergia e l’unione di intenti sono il propellente necessario allo sviluppo e alla promozione delle idee». «Tutti – prosegue Satta – abbiamo lavorato per arrivare a tagliare il traguardo ma, soprattutto, abbiamo lavorato per arrivare a tagliarlo assieme. Non possiamo che essere soddisfatti, il nostro è stato un percorso molto partecipato e altamente condiviso. Ci auguriamo che la scheda progetto presentata alla Regione possa contenere idee capaci di garantire lo sviluppo del territorio».

Le linee programmatiche su cui orientare l’azione puntano ad investire sulle persone e sulla creazione di opportunità di lavoro, sui prodotti di eccellenza del territorio, in particolare del settore agroalimentare, verso mercati esterni, attraverso l’innovazione delle imprese e a favorire la creazione di reti tra gli attori del territorio, a migliorare la fruizione e la gestione integrata degli attrattori ambientali in connessione con gli attrattori culturali e alla creazione di una rete intelligente per la gestione dell’energia prodotta da fonti rinnovabili. Protagonista del “Progetto integrato di sviluppo territoriale” dell’Unione dei Comuni anglonese e del Comune di Osilo sarà una rete di governance multi-attore che, nello specifico, implica il coinvolgimento in rete degli attori strategici dello sviluppo territoriale: i rappresentanti delle istituzioni pubbliche (pubblico, privato e terzo settore), i cittadini, gli imprenditori, le associazioni di categoria, le università e i centri di ricerca presenti nell’isola.

L’iniziativa si inserisce nel quadro del programma regionale di sviluppo 2014-2019 e attività di programmazione

territoriale. L’Unione dei Comuni aveva da tempo provveduto ad attivare un percorso grazie ai tavoli tematici cui tutte le imprese del territorio sono state chiamate a partecipare. Prossimo appuntamento con il vice presidente della Regione Raffaele Paci, in calendario per venerdì 8 luglio.

TrovaRistorante

a Sassari Tutti i ristoranti »

Il mio libro

NARRATIVA, POESIA, FUMETTI, SAGGISTICA

Pubblica il tuo libro