cultura

Terminato il documentario sul premio Città di Ozieri

OZIERI. Direttivo e soci del Premio di letteratura Città di Ozieri col coordinamento dell’infaticabile segretario Antonio Canalis, sono stati impegnati per diversi giorni a fornire idee e...

OZIERI. Direttivo e soci del Premio di letteratura Città di Ozieri col coordinamento dell’infaticabile segretario Antonio Canalis, sono stati impegnati per diversi giorni a fornire idee e suggerimenti al giornalista e cineasta franco-corso del canale televisivo France 3, Xavier Pierlovisi ed al suo cameramen presenti in Sardegna per girare un documentario dal titolo “Ozieri ville historique, parraine de la protection de la langue sarde”. L’intento è quello di inserire il reportage dedicato alla città, ai suoi più rappresentativi monumenti, a ogni aspetto della sua storia e delle attrattive turistiche e ambientali, ma più ancora all’opera svolta dal Premio Ozieri a salvaguardia, valorizzazione e promozione della lingua sarda e della poesia orale. Diego Satta, da tempo collaboratore di Pierlovisi, (fra l’altro responsabile del settimanale sportivo per la Corsica di France 3) ha detto che il suo amico Xavier realizza ogni anno documentari per i servizi culturali della tv francese puntando a far emergere nicchie della tradizione e della vita sociale della Sardegna. Ha fatto riferimento alla quotidianità dei tanti centenari isolani, all’attività e ai prodotti di pregio delle cantine Sella. In gran parte i documentari sono già inseriti nei circuiti nazionali e internazionali, così come accadrà per quello che oggi racconta di Ozieri. in relazione specialmente alla sessantennale attività del premio di letteratura sarda. Pierlovisi ha girato in lungo ed in largo la città intervallando le immagini con le interviste agli esperti linguisti Antonio Canalis e Cristiano Becciu, agli intermezzi musicali interpretati dai Tenores de Otieri, i quali poi hanno accompagnato l’esibizione dei poeti improvvisatori Vittorio Sini e Agostino Pittalis che hanno presentato ottave dei “maestri della poesia a bolu” Agostino Pirastru e Antonio Cubeddu. Dopo il montaggio che sarà fatto a Marsiglia, il réportage verrà diffuso inizialmente in Francia e nei paesi francofoni. Quindi verrà doppiato in italiano per essere trasmesso dalla Rai su "Mediterraneo" la rubrica culturale in onda ogni domenica verso mezzogiorno. «Certo con questa ulteriore operazione il Premio Ozieri –

affermano Canalis e Satta – contribuirà a salvaguardare la nostra lingua materna ma vero è che sarà anche un importante veicolo promozionale per la città e le sue tante emergenze culturali, artistiche, archeologiche, storiche, non solo a meri fini di richiamo turistico».

Gerolamo Squintu

TrovaRistorante

a Sassari Tutti i ristoranti »

Il mio libro

NARRATIVA, POESIA, FUMETTI, SAGGISTICA

Come trasformare un libro in un bestseller