I Comuni del Logudoro uniti contro lo scippo del parco eolico

Appoggio dell’Unione all’amministrazione di Tula per proteggere l’economia del territorio Decretato anche l’ingresso nel Gruppo di azione locale per ottenere contributi dall’Europa

OZIERI. Adesione al Gal e pieno sostegno alla vertenza del Comune di Tula contro il trasferimento della sede operativa del parco eolico Enel a Sassari tra i punti salienti dell’assemblea dei sindaci dell’Unione del Logudoro riunitasi mercoledì pomeriggio. I sindaci dei sette Comuni appartenenti all’ente sovracomunale del Logudoro si sono riuniti in primo luogo per discutere l’assestamento di bilancio, che prevedeva anche l’approvazione del rendiconto della società di gestione dei servizi intercomunale Logudoro Servizi, che ha registrato un attivo di 45mila euro. Un ottimo risultato per una società in house che, come dice la parola stessa, fornisce servizi alla collettività e che è riuscita a contenere le spese ottimizzando le prestazioni offerte, in particolare sul versante della raccolta differenziata dei rifiuti. Approvata anche una variazione, relativa al versamento di 10mila euro al Gruppo di Azione Locale Logudoro Goceano come contributo speciale una tantum per la redazione del Piano di Azione Locale del quale anche l’Unione dei Comuni del Logudoro farà parte, vista la contestuale approvazione, come accennato, dell’adesione dell’ente al Gal. Un’adesione che segue di poco quella dei vari Comuni sino a poco tempo fa presenti nel Gal solo attraverso soggetti singoli, e che porterà interessanti sviluppi futuri quando si tratterà di veicolare i corposi finanziamenti comunitari previsti per le aggregazioni locali. Altro punto importante discusso dall’assemblea è stato quello riguardante l’aggiornamento del piano di Protezione civile, «il cui aggiornamento - spiega il presidente Ucl Angelo Sini, sindaco di Pattada - è stato frutto del grande lavoro svolto dai dirigenti degli uffici tecnici dell’Unione e dei diversi Comuni, ma anche del prezioso contributo tecnico del sindaco uscente di Mores Tonio Demartis, al quale va il nostro più sentito ringraziamento per aver messo a disposizione della collettività le sue competenze personali». Il piano di Protezione civile ora dovrà essere approvato dai consigli comunali. Importante anche il pieno sostegno dell’assemblea dei sindaci dell’Unione alla vertenza del Comune di Tula contro il trasferimento della sede operativa dell’impianto di produzione di energia da fonte eolica di Sa Turrina Manna. Una questione sulla quale si è scritto ampiamente nei giorni scorsi su queste pagine, sia, in primo luogo, per la protesta del Comune di

Tula, sia per l’interrogazione in materia presentata dal capogruppo di Sel in consiglio regionale Daniele Cocco. L’appoggio alla vertenza è stato dato ieri sera dal consiglio comunale di Ozieri, e sarà presentato nella seduta del consiglio comunale di Pattada che si riunirà questo pomeriggio.

TrovaRistorante

a Sassari Tutti i ristoranti »

Il mio libro

NARRATIVA, POESIA, FUMETTI, SAGGISTICA

Pubblica il tuo libro