Rogo ad alto rischio, lo dice un video in hd

I vigili urbani hanno filmato col drone lo stagno di Platamona: le fiamme hanno lambito la litoranea

SASSARI. Il giorno dopo l’incendio che ha devastato il canneto che incornicia lo stagno di Platamona, la polizia municipale di Sassari ha voluto effettuare un monitoraggio dell’area interessata dal rogo. L’ispezione è avvenuta con l’ausilio di un drone equipaggiato con una action cam ad altissima risoluzione che ha potuto effettuare delle efficaci riprese ad alta quota. Il filmato girato dal dispositivo aereo ha consentito di quantificare l’entità dei danni ambientale, e soprattutto di avere l’ennesima conferma dei grandi rischi che hanno corso i bagnanti e le famiglie che domenica si trovavano nella spiaggia in prossimità della Rotonda o nelle abitazioni limitrofe. Infatti nonostante l’area interessata dalle fiamme non sia molto estesa, si intuisce che le operazioni di spegnimento sono state comunque molto impegnative. Il canneto ha alimentato copiosamente le lingue di fuoco, che si sono dirette verso la litoranea. C’è un punto in particolare dove si vede chiaramente che l’incendio ha lambito l’asfalto. Se l’avesse superato e si fosse diffuso sul versante mare, le conseguenze

sarebbero potute essere molto più gravi. Invece la staffetta dei canadair hanno arginato subito l’avanzare delle fiamme, e le immagini in hd del drone testimoniano l’incredibile quantità d’acqua riversata dagli aerei. Ci sono alcuni pini distrutti perché colpiti dal pesantissimo getto d’acqua.

TrovaRistorante

a Sassari Tutti i ristoranti »

Il mio libro

IL SITO DI GRUPPO GEDI PER CHI AMA I LIBRI

Scrivere e pubblicare libri: entra nella community