Andriolu, a metà settembre riaprono tutti gli ambulatori

Una nuova ala ristrutturata ospiterà i servizi obbligati ad abbandonare la sede di via Delle Terme Già ripartita la Ginecologia, resta il “neo” della mancata riattivazione della Fisioterapia

PORTO TORRES. Nella sanità cittadina si cominciano finalmente a ricomporre i “pezzi” a un anno dal trasferimento di tutti i servizi ambulatoriali dalla pericolante sede di via delle Terme ai locali del Poliambulatorio Andriolu. A metà settembre, infatti, è previsto il trasferimento di tutta la medicina specialistica nella nuova ala della struttura sanitaria. «Stiamo facendo le ultime preparazioni per trasferire gli ambulatori nella parte ristrutturata dell’edificio – dice il commissario dell’Asl Agostino Sussarellu –, in alcune stanze ci sono già gli arredi ed entro due settimane dovrebbero essere attivati tutti gli altri ambulatori».

Subito dopo il trasferimento dei servizi sanitari, dal centro alla periferia, era stato lo stesso commissario Asl a sollecitare i lavori di adeguamento di alcuni locali del Poliambulatorio. Nonostante il Comune avesse messo a disposizione gratuitamente da anni l’ex carcere mandamentale per ospitare una moderna cittadella sanitaria, la struttura essa non è mai decollata nonostante i vari tagli dei nastri e le assicurazioni di assessori regionali e direttori sanitari. C’è voluta invece la chiusura improvvisa della sede di via Delle Terme per mettere in moto quel trasferimento che doveva essere fatto diversi anni prima. A pagare il prezzo più caro sono stati i cittadini, ora l’auspicio è che dopo l’estate tutti gli ambulatori diventino operativi ed efficienti per il pubblico. Giovedì scorso ha intanto ripreso a funzionare il servizio di ginecologia, fiore all’occhiello del Consultorio sin dalla sua nascita, fermo da diversi mesi dopo il trasferimento della specialista, con la ginecologa già operativa.

Il 5 settembre dovrebbe riprendere anche il sevizio di otorinolaringoiatria, mentre l’oculistica sarà operativa qualche giorno più tardi: nel nuovo ambulatorio sarà possibile utilizzare l’apparecchiatura per i campi visivi. L’ambulatorio di dermatologia, con la nuova stanza, potrà offrire gli esami specialistici di “diatermo” e “crioterapia” a quei pazienti che, per circa un anno, sono stati costretti a spostarsi nelle strutture sassaresi. Qualche problema per l’ambulatorio di odontoiatria, dove si sta aspettando la nuova poltrona, quella in dotazione era fatiscente, e altre strumentazioni. È calato invece il silenzio sull’ambulatorio di fisioterapia, dopo la chiusura dell’ambulatorio di piazza delle Regioni, e l’assenza in città di questo servizio sta penalizzando enormemente gli anziani

e le categorie più deboli. Un discorso a parte meritano i parcheggi nell’area del Poliambulatorio, davvero pochi per poter supportare una utenza così elevata, considerando che se ne potrebbero creare dei nuovi nell'ampio spiazzo dietro la struttura, anche per facilitare gli utenti disabili.

TrovaRistorante

a Sassari Tutti i ristoranti »

Il mio libro

NARRATIVA, POESIA, FUMETTI, SAGGISTICA

Come trasformare un libro in un bestseller