Malore in acqua, 80enne annega alla Marina

Antonio Cucureddu, falegname di Sorso, faceva il solito bagno nel tratto vicino al ristorante La Risacca

SORSO. Tragedia nelle acque della Marina di Sorso. Antonio Cucureddu, 80 anni di Sorso, ieri mattina ha accusato un malore ed è annegato mentre si trovava a pochi metri dalla battigia. L'uomo è stato riportato a riva privo di sensi e soccorso in prima battuta da un bagnino e un'infermiera. Sul posto sono arrivati un'ambulanza di Sardegna emergenza da Sennori e un elicottero del 118 da Sassari, oltre ai vigili del fuoco, carabinieri, guardia costiera e vigili urbani di Sorso. Tutti i tentativi di rianimare l'anziano sono stati vani. La strada litoranea è rimasta chiusa al traffico due ore per consentire le operazioni di soccorso e l'atterraggio dell'elicottero. La salma è stata trasportata al reparto di medicina legale del Santissima Annunziata di Sassari a disposizione della magistratura.

Sono circa le 10,30. Il sole arroventa il golfo dell'Asinara e la Marina pullula di bagnanti. Antonio Cucureddu si gode l'estate nel suo posto preferito, la striscia di sabbia della Marina tra il ristorante la Risacca e il chiosco bar lì vicino. A un certo punto l'anziano lascia l'asciugamano e punta la battigia. Fa uno, due, dieci passi dentro il mare. Le onde battono più o meno all'altezza delle ginocchia e tutto va bene. Poi un malore improvviso: l'ottantenne si accascia in acqua. Viene sommerso e poi ritorna a galla. Alcuni bagnanti e il bagnino della Risacca notano che qualcosa non va: c'è un uomo che galleggia immobile sull'acqua da troppo tempo. Scatta l'allarme. Alcune persone si precipitano in acqua e riportano l'uomo a riva; altre chiamano i soccorsi. Sotto a uno degli ombrelloni c'è anche un’infermiera, che aiuta il bagnino a praticare il massaggio cardiaco in attesa che arrivi un'ambulanza. Da Sennori arrivano i paramedici di Sardegna emergenza; da Sassari un elicottero dell’elisocorso dei vigili del fuoco con il medico del 118. Mentre i primi cercano di rianimare l'uomo, il medico dell'elisoccorso si fa calare mentre il velivolo staziona in cielo: non c'è tempo da perdere. I tentativi di rianimazione vanno avanti per decine di minuti ma senza risultato: l'ottantenne è morto.

Antonio Cucureddu era un falegname in pensione. Sposato e padre di due figlie, era molto conosciuto e ben voluto a Sorso. Era un uomo solare e scherzoso che amava la bella vita. Chi l'ha conosciuto lo ricorda sempre allegro

ed elegante. E infatti, sui social c'è chi lo ricorda chiamandolo "Monsieur", gentiluomo in francese, ricordando così il legame con la Corsica, dove ha trascorso molti anni per lavoro. In seguito era tornato a vivere nella sua Sorso e aveva aperto una falegnameria in Romangia, a Sennori.

TrovaRistorante

a Sassari Tutti i ristoranti »

Il mio libro

NARRATIVA, POESIA, FUMETTI, SAGGISTICA

Come trasformare un libro in un bestseller