Bulzi si prepara al “Sapadu Iscasciadu”

Il centro dell’Anglona punta tutto su un’originale manifestazione in programma tra oggi e domenica

BULZI. Se un po’ dappertutto, dopo lo scatenato “martedì grasso” e le varie condanne al rogo (peraltro con delle sentenze molto opinabili e originali) del povero “Giolzi”, sfortunato re di ogni Carnevale, si spengono mestamente le luci della settimana carnevalesca, a Bulzi invece ci si prepara con frenetica attesa al giorno di “Sapadu Iscasciadu”, lo scatenatissimo e irriverente sabato pazzo dei bulzesi a cui da anni partecipa tutta l’Anglona e che si tiene ormai da oltre 40 anni. Questa insolita coda del carnevale nel piccolo centro dell’Anglona è divenuta ormai una vera e propria istituzione, nata dalla scelta dei bulzesi di valorizzare in modo particolare la fine del carnevale, il cosiddetto Carnevalone. La ricorrenza nasce infatti negli anni 70 su iniziativa di un gruppo di giovani del luogo che decisero di puntare su questa giornata, successiva alle Ceneri, per confermare il grande senso di ospitalità dei bulzesi ma anche per il gusto sottile e proibito di mantenere quella vena dissacrante del festeggiamento anche in tempo di Quaresima. Gruppo che da allora si impegnò a ripetere ogni anno l’apprezzatissima esperienza che richiama a Bulzi la parte più resistente e irriducibile della gioventù anglonese. Il programma prevede per oggi, alle 20 nel campo sportivo polivalente, la simpatica partita di calcetto in maschera fra due squadre storiche, il cui nome è già tutto un programma: “Bos faghìmus su culu” e “Amus a bidere”. Il clou della manifestazione sarà però domani sabato 4 marzo quanto alle 13, nella tensostruttura di via Segni, sarà servito il megapranzo de “Su sapadu iscasciadu” con un menù a base di pietanze e prodotti tradizionali del paese che sarà ovviamente aperto a tutti. Alle 16,30 partirà invece la sfilata dei carri allegorici con i gruppi in costume a tema. Durante la sfilata spazio allo speciale “Un giorno in cottura” con ospiti l’ormai famoso Gian Daniele Calbini e la sua pecora Desolina e con l’elezione di “Miss Sapadu Iscasciadu”. Dalle 18 la tensostruttura si trasformerà in discoteca con la musica del duo “Gianluca e Imma” per proseguire poi sino a tarda notte con le proposte musicali del dj Tarcy. E non finirà qui, visto che domenica 5 marzo, alle 16, ci si potrà cimentare con la tradizionale “Pentolaccia”

e aspirare ai suoi tipici ricchi premi e cotillon ma anche a fare i conti con le sue sorprese. Gli organizzatori ringraziano come sempre l’amministrazione comunale e tutti i bulzesi per il patrocinio e i contributi offerti per la riuscita della bella manifestazione.

Mauro Tedde

TrovaRistorante

a Sassari Tutti i ristoranti »

Il mio libro

NARRATIVA, POESIA, FUMETTI, SAGGISTICA

Come trasformare un libro in un bestseller