Aiuti ai disabili con “Home care” dell’Inps

Osilo, finanziati interventi di sostegno per le persone non autosufficienti: domande in scadenza

OSILO. Dopo un lungo periodo di attesa e di proroghe dei piani esistenti, l’Inps ha pubblicato il nuovo bando “Home care premium”, per gli interventi di sostegno ai dipendenti e pensionati pubblici e loro familiari non autosufficienti. Lo comunica l’Ufficio di piano del Plus di Osilo, che precisa anche i tempi e le modalità di inoltro delle domande. La loro presentazione è iniziata il 1 marzo, e si concluderà improrogabilmente alle 12 del 30 marzo. Per il loro inoltro all’Inps è necessario il possesso di un Pin da utilizzare per l’accesso a tutti i servizi in linea messi a disposizione dall'Istituto. La domanda di assistenza domiciliare deve essere presentata dal richiedente, esclusivamente per via telematica, accedendo dalla home page del sito istituzionale www.inps.it. La stessa domanda dovrà essere presentata anche da coloro che usufruiscono già dell’assistenza domiciliare sulla base del progetto Hcp 2014. Prima di procedere alla compilazione dell'istanza, occorre essere iscritti in banca dati, ossia essere riconosciuti dall'Istituto come richiedenti della prestazione.

Tali sono già gli iscritti alla gestione unitaria delle prestazioni creditizie e sociali e i pensionati utenti della gestione dipendenti pubblici(titolarideldiritto), di cui l'Inps possiede tutti i dati. Altri soggetti richiedenti, invece, dovranno preventivamente farsi riconoscere. All’atto della presentazione della domanda, deve essere stata presentata la Dichiarazione sostitutiva unica (Dsu) per la determinazione dell'Isee sociosanitario riferita al nucleo familiare di appartenenza del beneficiario ovvero al nucleo familiare di appartenenza dell'Isee minorenni con genitori non coniugati tra loro e non conviventi, qualora ne ricorrano le condizioni, sulla base delle disposizioni vigenti. L’Istituto, entro il 20 aprile prossimo pubblicherà sul sito internet www.inps.it, nella specifica sezione riservata al concorso, la graduatoria delle pratiche i cui beneficiari sono ammessi alla prestazione. Gli interventi riguardano i dipendenti e i pensionati pubblici, i loro coniugi, i parenti e affini di primo grado, i soggetti legati da unione civile e i conviventi ex legge n. 76 del 2016, i minori orfani di dipendenti, i minori regolarmente affidati e il disabile maggiorenne regolarmente affidato al

titolare del diritto.

Requisito essenziale per tutti è il possesso della disabilità riconosciuta. Gli interventi consistono nell’erogazione di contributi economici mensili, cosiddette prestazioni prevalenti, per il rimborso di spese sostenute per l'assunzione di un assistente familiare.

TrovaRistorante

a Sassari Tutti i ristoranti »

Il mio libro

IL SITO DI GRUPPO GEDI PER CHI AMA I LIBRI

Scrivere e pubblicare libri: entra nella community