Lares, un corso su didattica e adolescenti

I docenti si sono confrontati con gli psicologi per migliorare le strategie nelle loro materie

OZIERI. Si è parlato delle difficoltà nella gestione delle dinamiche tra adolescenti negli incontri del progetto “Insegnanti e alunni adolescenti: le relazioni nella didattica” svoltosi per iniziativa del centro Lares del Plus del distretto sanitario di Ozieri e rivolto agli insegnanti degli istituti superiori Fermi e Segni di Ozieri e Bono. Un corso svoltosi lungo un percorso di tre incontri, gestiti dallo psicologo del servizio Età Evolutiva del Lares, nel quale gli insegnanti si sono confrontati, fra loro e con l’operatore, sul momento di crescita dei loro alunni, cercando di capire insieme come essere efficaci nell’accompagnarli nello sviluppo, e nello stesso tempo migliorare le strategie didattiche nelle loro materie.

Intervento anche della psicologa del servizio del Lares Bacco, che ha promosso la sensibilizzazione degli insegnanti verso il consumo e l’abuso di sostanze da parte dei ragazzi, al fine di comprenderne motivazioni, bisogni ed effetti nella specificità del momento evolutivo adolescenziale.

È stato per gli insegnanti un positivo momento di riflessione, a tratti vivace, nel quali ci si è confrontati con l’operatore sulle esperienze in classe di ciascuno: momenti nei quali il docente, oltre a insegnare gli argomenti delle materie, ha il compito di accompagnare i ragazzi nel processo di scoperta di sé e del rapporto con gli altri. «Come sappiamo quando dobbiamo preoccuparci seriamente e chiedere aiuto agli psicologi?», è stata una delle domande più pressanti dei docenti, che negli incontri

hanno potuto analizzare alcuni casi-tipo, per imparare a riconoscere e distinguere il disagio “normale” dal disagio psicopatologico ma anche per affrontare le domande che ogni giorno gli studenti rivolgono, anche senza usare le parole, e alle quali occorre dare delle risposte. (b.m.)

TrovaRistorante

a Sassari Tutti i ristoranti »

Il mio libro

IL SITO DI GRUPPO GEDI PER CHI AMA I LIBRI

Scrivere e pubblicare libri: entra nella community