la cerimonia 

La sezione Pci ricorda Berlinguer 

L’omaggio di una delegazione di iscritti a 33 anni dalla sua morte

SASSARI. Un mazzo di fiori e un nastro con la scritta “Ciao Enrico”. Un saluto semplice nel quale si è voluta racchiudere l’essenza di ciò che Berlinguer ha rappresentato in particolare per questa città della quale fu certamente uno dei figli più illustri.

Con una piccola cerimonia, gli iscritti alla sezione del Pci “Polano-Berlinguer” di Sassari hanno ricordato ieri mattina il concittadino Enrico Berlinguer a 33 anni dalla morte avvenuta a Padova l’11 giugno del 1984. Una delegazione di iscritti, guidati dalla segretaria provinciale Patrizia Marongiu, ha deposto i fiori sotto la targa del viale di Sassari che è stato a lui dedicato.

Enrico Berlinguer nato a Sassari il 25 maggio 1922 si era formato politicamente proprio nella sua città, iscrivendosi nel 1943 al circolo giovanile comunista.

La sua attività politica fu particolarmente attiva e nel 1944 – al termine della rivolta del pane – fu persino arrestato, la detenzione durò cento giorni.

Berlinguer da segretario generale del Pci è ritornato nella sua città in diverse occasioni: nel 1973 inaugurò la federazione comunista di via Mazzini e tenne alcuni comizi in piazza
d’Italia e in piazza Università negli anni seguenti.

E c’è da dire che Sassari ha sempre nutrito per lui un amore particolare, per questo lo scorso anno i cittadini avevano accolto con grande favore ed entusiasmo l’idea dell’amministrazione comunale di intitolargli una via.

TrovaRistorante

a Sassari Tutti i ristoranti »

Il mio libro

NARRATIVA, POESIA, FUMETTI, SAGGISTICA

Come trasformare un libro in un bestseller