Uri, al via il servizio civile che punterà sulla cultura 

Due progetti approvati dalla Regione coinvolgeranno otto giovani del paese Sarà valorizzato il passato attraverso il patrimonio librario e archivistico

URI. A seguito del parere favorevole della Regione si sta procedendo all’attivazione di due progetti importanti che riguardano il servizio civile nazionale. I progetti presentati dal comune, denominati “Bibliotec@ per tutti + ArchiSto.Com” e “Consapevolmente Tam Tam”, sono stati elaborati in collaborazione con l’associazione MineVaganti Ngo e contestualizzati al territorio dal capogruppo di maggioranza con delega alle Politiche giovanili Matteo Emanuele Dettori. Nell’insieme si coinvolgeranno otto giovani che presenteranno domanda per svolgere il servizio civile nazionale.

«Questo è un primo tassello del nostro programma elettorale rivolto ai giovani - ha commentato la sindaca Lucia Cirroni - con lo scopo di valorizzare la creatività degli stessi riscoprendo la nostra storia, la nostra cultura e stimolandoli all’interazione con i più piccoli e con gli anziani. Per la prima volta nel Comune si concretizzerà il Servizio Civile con due progetti distinti».

Il progetto “Bibliotec@ per tutti + ArchiSto.Com” inserito nel settore per la valorizzazione del patrimonio artistico e culturale si pone come fine la conservazione e la cura non solo del patrimonio librario della biblioteca comunale ma anche quello dell’Archivio storico comunale, che già in parte digitalizzato verrà reso fruibile all’utenza, riscoprendo quella che è stata la storia di Uri. Si vuole creare quindi l’opportunità per estendere la fruizione di quanto è un bene pubblico, non solo con il prestito ma con l’allestimento di mostre o iniziative rivolte alla valorizzazione del territorio.

Il secondo progetto, invece, dal titolo “Consapevolmente Tam Tam” è inserito nell’ambito di educazione e promozione culturale. A nch’esso rivolto a quattro volontari, si pone come obiettivo l’animazione culturale verso i giovani e i ragazzi, aprendo una finestra verso l’esterno con attività interculturali. Il delegato alla Politiche giovanili Matteo Emanuele Dettori: «Solo con la consapevolezza di chi siamo e da dove veniamo, saremo predisposti in modo libero al confronto con l’esterno e con quanto di nuovo ci si porrà davanti». Le attività di questo progetto si svolgeranno prettamente nei locali del Centro polifunzionale collaborando con la ludoteca, con il Centro giovani e con lo Sportello Europa. «Due progetti - prosegue Matteo Emanuele Dettori - che interagiranno per lo sviluppo della coscienza della cittadinanza attiva tra le fasce d’età più giovani del nostro paese. Per due anni il Comune di Uri era rimasto escluso per errori nell’invio della domanda, l’amministrazione Cirroni ha fatto centro al primo colpo. Un risultato per noi importante, dovuto anche al lavoro di squadra che ci ha visti impegnati, come gruppo
consiliare, per la redazione dei progetti, studiando le criticità e intravedendo delle opportunità da troppo tempo nascoste». Il bando, le schede progetto e la modulistica sono presenti sul sito del Comune. Le domande dovranno essere presentate inderogabilmente entro le 14 del 26 giugno.

TrovaRistorante

a Sassari Tutti i ristoranti »

Il mio libro

LE GUIDE DE ILMIOLIBRO

Corso gratuito di scrittura: come nascono le storie