Le erbacce invadono i palazzi in via Cultura paura per gli incendi 

L’allarme lanciato dagli abitanti di sei appartamenti Area Solo due addetti di Ambiente 2.0 per sfalciare gli spazi verdi

PORTO TORRES. Sei appartamenti condominiali di via Cultura, nel Villaggio Verde, stanno vivendo un’estate di paura a causa delle alte sterpaglie che circondano le abitazioni. «Abbiamo terrore che da un momento all’altro possa partire accidentalmente il fuoco - dice un residente - perché le nostre finestre si affacciano proprio in quella direzione: negli anni scorsi si facevano interventi per creare un fascia antincendio a sicurezza di chi abita nei palazzi, ma questa volta c’è un ritardo abissale nonostante le segnalazioni costanti fatte al Comune». La zona, a dire il vero, si mostra alquanto precaria anche dal punto di vista dell’igiene ambientale a causa della rottura di pluviali e sversamento di impianto fognario. «Da tempo abbiamo segnalato anche all’Area la rottura di un canale pluviale - aggiunge un altro abitante della palazzina -, che resta a penzoloni, e a tutto ciò si aggiunge ancora lo sversamento di acque fognarie dal pavimento esterno, con presenza di ratti che abbondano tra le sterpaglie». Gli interventi mancati dell’ex Istituto autonomo case popolari sono all’ordine del giorno in questo popoloso quartiere e soprattutto in questo caso bisogna capire di chi è la competenza per ripristinare il pluviale e mettere a posto la fogna che sgorga in continuazione. Per quanto riguarda lo sfalcio delle erbacce il compito è sicuramente dell’amministrazione comunale, che nei giorni scorsi ha chiuso un accordo con la Società Ambiente 2.0 (azienda che gestisce l’appalto comunale del servizio di igiene ambientale) proprio per effettuare questo servizio. Ci sono due operatori che hanno già cominciato il taglio delle erbacce dal bordo dei marciapiedi di tutta la città, per due mesi, e l’intervento prevede anche il ritiro e lo smaltimento delle erbacce. Il consigliere comunale Davide Tellini ha segnalato che due unità sono davvero poche per
sfalciare chilometri di strade, chiedendo quindi di rivedere i termini del progetto-offerta, all’assessore all’Ambiente Cristina Biancu. Ci sono infatti delle zone, come la parte terminale di via della Cultura, che necessitano di interventi incisivi e urgenti per scongiurare gli incendi.

TrovaRistorante

a Sassari Tutti i ristoranti »

Il mio libro

NARRATIVA, POESIA, FUMETTI, SAGGISTICA

Come trasformare un libro in un bestseller