“Mimmiu” Manca in aula il 25 settembre

L’imputato ha nominato come nuovo difensore Pierluigi Concas dopo la scomparsa di Federici

SASSARI. Il processo d’appello di Giovanni Maria “Mimmiu” Manca, 55 anni di Nuoro ma residente a Bonorva, è stato aggiornato al prossimo 25 settembre. Una necessità dettata dalla scelta del nuovo legale Perluigi Concas che ieri mattina ha chiesto un tempo congruo per poter esaminare gli atti che riguardano il suo assistito.

L’imputato (dopo la condanna a 28 anni in primo grado, quando era difeso dall’avvocato Salvatore Asole) aveva scelto per il processo d’appello di essere difeso dall’avvocato Pasqualino Federici, la recente scomparsa del noto penalista sassarese ha portato Manca e i suoi familiari a fare una nuova scelta e a nominare come difensore di fiducia Pierluigi Concas che ieri - così come l’imputato - era in aula.

La separazione delle posizioni di Manca e Faedda è stata una operazione praticamente impossibile, tanto che il procuratore generale Maria Gabriella Pintus, anche nella replica di ieri mattina ha sottolineato il rapporto tra i due allevatori, i ruoli svolti e la sintesi finale che avrebbero agito
insieme.

Per il sequestro di Titti Pinna sono già quattro le persone condannate: Salvatore Atzas a 30 anni; Francesca Sanna a 11, Giovanni Maria Manca a 28 in primo grado nel processo per l’inchiesta-bis e Antonio Faedda a 2 5 anni in primo grado e confermati ieri in appello.

TrovaRistorante

a Sassari Tutti i ristoranti »

Il mio libro

NARRATIVA, POESIA, FUMETTI, SAGGISTICA

Pubblica il tuo libro