Su questo sito utilizziamo cookie tecnici e, previo tuo consenso, cookie di profilazione, nostri e di terze parti, per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o prestare il consenso solo ad alcuni utilizzi clicca qui

A Castelsardo un fine settimana diVino

CASTELSARDO . Si è chiusa con successo la quinta edizione di “Castelsardo diVino”, due giorni di eventi, dedicati al mondo del vino, proposti dalla cooperativa Carm2a con la collaborazione della...

CASTELSARDO . Si è chiusa con successo la quinta edizione di “Castelsardo diVino”, due giorni di eventi, dedicati al mondo del vino, proposti dalla cooperativa Carm2a con la collaborazione della Proloco e dell’amministrazione comunale. La manifestazione si è aperta, con la quinta edizione della rassegna enologica, delle produzioni amatoriali locali, sotto la direzione tecnica dell’agenzia regionale Laore, giudicate e premiate da un qualificato gruppo di esperti degustatori.

Per la categoria “Bianco Castelsardo ed Extra Castelsardo 2016" il primo premio è andato a Giovanni Mureu di Sedini, secondo classificati, ex aequo, Luigi Usai e Sebastiano Usai di Ozieri mentre il terzo posto è andato a Leonardo e Giuseppe Tirotto di Castelsardo. Per la categoria “Rosso Castelsardo 2016" il primo premio è andato a Gianni Vigliaroni, il secondo a Franco Sini, terzo classificato Tommaso Mannu. Per la categoria “Rosso Extra Castelsardo 2016" il primo premio è andato a Giovanni Mereu, secondo premio a Gianni Ghisu di Sedini e terzo premio a Mario Pala di Sedini. Per la categoria “Barricato Castelsardo 2015" il primo premio è stato attribuito a Giovanni Mela, il secondo a Leonardo e Giuseppe Tirotto e, il terzo, a Franco Cirotto. Da quest’anno inoltre, il vincitore della categoria “Rosso Castelsardo” può fregiarsi del premio dedicato alla memoria dell’amatore Giovanni Mela, che ha saputo trasformare il suo lavoro in una e vera propria passione per il mondo del vino, nonché da sempre sostenitore della manifestazione.

L’edizione 2017 si è quindi conclusa, sabato scorso, con una serata di degustazione al centro storico dove le cantine del territorio sono state le vere protagoniste della festa. Ben sedici stand hanno offerto, ai numerosi avventori, le loro produzioni: Gianluigi Deaddis, Li Duni, Bastiano Ligios, Giogantinu, Su Creccu, Orgosolo, Sorres, San Michele, Binzamanna, Balares, Nuraghe Crabioni, Sorso, Muscazega, Fara, Chessa e Tenute Gregu. Vicino agli stand delle cantine anche quelli della sangria, con vino castellanese, le creazioni degli artigiani e le proposte gastronomiche dei ristoratori locali. A contorno la musica e il divertimento con “Beddu Triu”, “Sors’Amigos” e dj Tanda. Donatella Sini