Castelsardo, acqua non potabile in centro

Ordinanza del sindaco Cuccureddu dopo i prelievi dell’Asl: nella rete presenza di coliformi totali

CASTELSARDO. L’acqua erogata nel centro storico cittadino non è potabile perché inquinata dalla presenza di “coliformi totali”. Il sindaco Franco Cuccureddu ha quindi emesso un’ordinanza con cui «se ne vieta l'utilizzo, in tutto il centro storico, compresa via Rinascita, per gli usi umani diretti, se non dietro bollitura».

I risultati delle analisi effettuate dal Servizio Igiene degli alimenti e della nutrizione, dell’Ats (l’Azienda tutela della salute), sottoscritti dal dirigente medico Pina Arras, che hanno attestato la presenza di coliformi totali nel campione analizzato, sono arrivati negli uffici comunali il 28 luglio e riguardano i prelievi effettuati il 24 luglio, nella fontanella pubblica ubicata all’ingresso del castello.

Il responsabile del Settore Complesso di Abbanoa, Silvio Soddu, ha immediatamente diffuso una nota dove dichiara che, nell’impianto di potabilizzazione di “Lu Calcinaggiu” le analisi vengono effettuate ogni due ore e, per tutto il mese di luglio, hanno registrato la conformità alle norme per la potabilità.

«Il riscontro sulla potabilità dall'acqua prelevata da una fontanella pubblica - prosegue Soddu- può giustificarsi con l’utilizzo poco frequente, sarebbe stato necessario far scorrere abbondantemente l'acqua prima di effettuare il prelievo per il controllo».

«Considerando che il prelievo con i parametri fuori norma e stato effettuato nella fontanella nei pressi di via Marconi, verosimilmente i fuori norma segnalati si sono verificati nel serbatoio del castello - si legge nell'ordinanza firmata dal sindaco - e, nonostante i risultati delle analisi fornite da Abbanoa abbiano attestato l'erogazione dell'acqua a norma di legge dall'impianto di potabilizzazione, si è ritenuto doveroso emettere un provvedimento che limiti l’utilizzo dell’acqua nel centro storico».

Lo stesso documento impone al responsabile dell'area tecnica del Comune di interrompere l'erogazione dell’acqua della fontanella di fronte al castello «perché l'apposizione dei cartelli in lingua italiana ed inglese - si legge nell'ordinanza- potrebbe non essere sufficiente vista la presenza, al Museo, di persone provenienti da diversi paesi del mondo».

Nei prossimi giorni
sono previsti anche interventi tecnici al fine di effettuare una pulizia specifica del tratto finale della condotta.

In questi giorni a Castelsardo sono aumentati i residenti e i turisti e la non potabilità dell’acqua rappresenta un disagio.

Donatella Sini

TrovaRistorante

a Sassari Tutti i ristoranti »

Il mio libro

NARRATIVA, POESIA, FUMETTI, SAGGISTICA

Pubblica il tuo libro