Il parroco di Siligo trovato morto sulla Roma-L’Aquila

SILIGO. Si sono concluse tragicamente le ricerche di don Gigi Maresu, il parroco di Siligo scomparso domenica scorsa dall’istituto religioso del Tuscolano a Roma dove era ricoverato. Il sacerdote,...

SILIGO. Si sono concluse tragicamente le ricerche di don Gigi Maresu, il parroco di Siligo scomparso domenica scorsa dall’istituto religioso del Tuscolano a Roma dove era ricoverato. Il sacerdote, nato nel 1951, che soffriva di Alzheimer è stato ritrovato lungo l’autostrada Roma-L’Aquila, nel tratto iniziale della strada. A fare la scoperta una squadra di vigili del fuoco che si trovava in zona per domare un incendio scoppiato fra le sterpaglie e che ha anche minacciato un distributore di carburante. Il corpo di don Maresu era nella vegetazione alle spalle del distributore di benzina all’altezza dello svincolo di via di Portonaccio. Il religioso era scomparso domenica mattina. Subito dopo era partita la ricerca, con i fedeli che avevano lanciato l’appello per rintracciare l’uomo. Purtroppo le ricerche sono finite nel peggiore dei modi. Dopo il ritrovamento, il magistrato che si occupa del caso ha ordinato l’autopsia. Probabilmente il decesso è avvenuto il giorno stesso della scomparsa. Don Gigi, che da qualche anno si era ammalato di una grave forma di Alzheimer,
in alcuni momenti non ricordava più chi fosse e dove si trovasse. Una circostanza analoga deve essere capitata domenica scorsa, quando, terminato di ascoltare la Messa delle 7,30, si è allontanato dalla parrocchia e di lui si sono perse le tracce, fino al tragico ritrovamento di ieri.

TrovaRistorante

a Sassari Tutti i ristoranti »

Il mio libro

NARRATIVA, POESIA, FUMETTI, SAGGISTICA

Pubblica il tuo libro