Litigano sulla strada, tragedia sfiorata

Protagonista una coppia di fidanzati russi: lei salta il guardrail, un fuoristrada frena e viene tamponato. Un ferito grave

SASSARI. Un uomo che insegue una donna in mezzo alla strada e le chiamate al 113 di diversi automobilisti che segnalano una situazione di pericolo. Uno si ferma, forse pensa di poter fare qualcosa, ma in pochi secondi si scatena il finimondo: sulla sua auto piomba a forte velocità un Fiorino e il fuoristrada - un Mitsubishi - vola e cappotta oltre il guardrail. Alla guida del mezzo rovesciato c’è Antonio Manconi, 68 anni di Ploaghe, che riporta le conseguenze più gravi: è ricoverato al “Santissima Annunziata” di Sassari in prognosi riservata. Accanto a lui la moglie che, nonostante l’impatto violentissimo, ha riportato conseguenze lievi. In ospedale anche l’uomo che era alla guida del Fiorino, M.C., 40 anni di Sassari, che poi è risultato positivo al test dell’etilometro. Lievi ferite per lui ma conseguenze pesanti sotto il profilo penale: è già scattato il ritiro della patente e la denuncia per guida in stato di ebbrezza.

Scene da film nella tarda serata di mercoledì lungo la strada 729, al chilometro 4, la Sassari-Olbia all’altezza del bivio di Ploaghe. La ricostruzione dell’incidente fatta dalla polizia stradale ha avuto necessità di diverse verifiche e di una serie di riscontri oggettivi prima di essere confermata, grazie anche al racconto di alcuni testimoni.

Sono da poco passate le 20 quando cominciano ad arrivare segnalazioni preoccupate alle centrali operative del 113 e del 112. L’indicazione è di una coppia giovane che litiga in mezzo alla strada. Si tema qualcosa di grave e si muovono le pattuglia della polizia stradale e dei carabinieri. Si tratta di due giovani, russi, viaggiano su una Fiat 500 presa a noleggio, direzione Sassari. A un certo punto lui ferma l’auto, scendono entrambi e lasciano gli sportelli aperti. La ragazza va avanti e indietro, poi corre, attraversa pericolosamente la strada, e gli automobilisti di passaggio vedono chiaramente la scena. Lui la insegue e lei supera anche il guardrail. In quel momento transita il fuoristrada condotto da Antonio Manconi, sul sedile passeggero c’è la moglie. Il conducente rallenta fino quasi a fermarsi, segue la scena dell’inseguimento. Un attimo e il Mitsubishi decolla dopo una botta violenta che arriva da una Fiorino che giunge a forte velocità. Il fuoristrada vola e si rovescia oltre il guardrail. Scatta l’allarme e le richieste di soccorso si accavallano. Sul posto arrivano i vigili del fuoco, gli operatori del 118, la polizia stradale e i carabinieri. Complesse le operazioni per liberare Antonio Manconi e la moglie, rimasti intrappolati tra le lamiere. I vigili del fuoco usano le cesoie idrauliche per aprire un varco e raggiungere i feriti Che vengono estratti a fatica dopo un lungo e delicato lavoro. In un primo momento le condizioni di marito e moglie non sembrano gravi, ma dopo il ricovero in ospedale peggiora il quadro clinico di Antonio Manconi che ora è ricoverato in prognosi riservata. Strada bloccata, iniziano rilievi e la ricostruzione della dinamica dell’incidente con l’accertamento delle cause e delle responsabilità. Così gli agenti
della polizia stradale definiscono l’accaduto: la lite tra i due finanzati, l’inseguimento in mezzo alla strada, il tamponamento e i mezzi che volano, vetri e parti meccaniche dappertutto. Sono in corso ulteriori valutazioni per eventuali provvedimenti.

©RIPRODUZIONE RISERVATA

TrovaRistorante

a Sassari Tutti i ristoranti »

Il mio libro

NARRATIVA, POESIA, FUMETTI, SAGGISTICA

Pubblica il tuo libro