Su questo sito utilizziamo cookie tecnici e, previo tuo consenso, cookie di profilazione, nostri e di terze parti, per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o prestare il consenso solo ad alcuni utilizzi clicca qui

Anche a Padria si narra la Storia

In ottobre il Comune prenderà parte al Festival letterario organizzato da Isperas

PADRIA. Anche per il 2017 Padria sarà parte del progetto “Storica-mente: Festival letterario del romanzo storico”, promosso dall’associazione culturale intercomunale “Isperas”. Lo ha stabilito la giunta comunale, che ha deliberato anche la concessione del contributo a sostegno della manifestazione. Il festival si svolgerà nelle giornate del 14, 15, 21, 22 ottobre nei Comuni di Bonorva, Cossoine, Mara, Padria, Pozzomaggiore e Semestene. L’edizione 2017, la quarta, del Festival sarà ricca - secondo le anticipazioni degli organizzatori - di grandi storie che attraverseranno le epoche più diverse dal Medioevo all’Italia rinascimentale dei Medici, al periodo ottocentesco tra Sardegna e Piemonte, all’Italia tra povertà e velleità imperialiste della prima metà del secolo scorso, passando attraverso grandi personaggi come Emilio Lussu, sino alle recenti guerre nei Balcani della fine del Novecento. Il tutto raccontato da autori di assoluto livello, i cui nomi Isperas anticipa in ordine di apparizione, dall’anteprima del 1 ottobre al festival vero e proprio che si svolgerà il 14-15-21-22 ottobre: Massimo Dadea, Matteo Strukul (Premio Bancarella 2017), Eliano Cau, Valeria Montaldi, Mulas-Pischedda-Pirastru, Pietro Maurandi, Cosentino-Dodaro-Panella, Andrea Atzori, Marcello Simoni, Alessandro Bertante, Milena Agus, Sandro Dessi (che racconta Lussu a fumetti) e per finire il recital “Un anno sull’altipiano” di e con Daniele Monachella.

Mario Bonu