Sorpreso a scaricare rifiuti: multa e bonifica dell’area

Il cittadino aveva appena gettato a Ponti Pizzinnu immondizia e scarti edilizi Il sindaco Wheeler: «Nessuna tolleranza per chi danneggia l’ambiente»

PORTO TORRES. I nemici della differenziata che inquinano l’agro cittadino agiscono anche alla luce del sole - non preoccupandosi di fare un danno alla propria comunità - e questa volta vengono colti in fallo dall’amministrazione comunale. Il fatto grave è accaduto nei primi giorni di settembre e a compierlo è stato un cittadino di Porto Torres, 42 anni, che è stato sanzionato con 600 euro di multa perché sorpreso a scaricare rifiuti di vario genere su un terreno comunale adiacente alla strada di Ponti Pizzinnu. Aveva scaricato diversi sacchi neri contenenti rifiuti solidi urbani indifferenziati e dei calcinacci derivanti da demolizione edilizia. Una operazione in aperta campagna della periferia cittadina, pensando di essere lontano da occhi indiscreti e da qualsiasi presenza umana che abita nelle poche case esistenti in quella zona. Il controllo messo in atto dalla polizia locale sul gettito indiscriminato dei rifiuti ha dunque permesso di cogliere il colpevole mentre commetteva l’illecito, con l’applicazione di una sanzione doppia ai danni di chi aveva inquinato. La struttura comunale ha infatti attivato tutte le procedure di legge, tra cui anche quella della bonifica dell’area, effettuata nei giorni scorsi dallo stesso cittadino, che è stato costretto a ripulire l’area e a conferire i sacchi presso l’ecocentro comunale e i calcinacci nella discarica autorizzata di Osilo.

«Dovremmo avere tutti maggior rispetto per l’ambiente e fare attenzione a come conferire i rifiuti - ha detto il sindaco Sean Wheeler - perché il Comune ha iniziato una campagna di tolleranza zero soprattutto nei confronti di quelle persone che anziché recarsi in discarica utilizzano i campi pubblici».

La campagna di controllo e di tolleranza zero avviata dal Comune in merito al conferimento dei rifiuti ha già dato i primi frutti, quindi, e l’attenzione sarà ancora più forte su quelli che vengono definiti ecoreati. «La polizia locale già svolge un prezioso lavoro sul territorio e questo sarà ulteriormente implementato - aggiunge Wheeler -, perché chi getta i rifiuti in modo incontrollato sarà punito secondo le norme esistenti. L’ambiente è la nostra risorsa più preziosa e invito tutti i cittadini ad avere un riguardo sempre maggiore». La sorveglianza è stata estesa anche nel tessuto urbano, in particolare alla gestione della raccolta differenziata, e dal primo ottobre inizierà la campagna di tolleranza zero con gli operatori del Consorzio Ambiente 2.0 che verificheranno la regolarità dei conferimenti effettuati da famiglie e attività non domestiche.
In questo nuovo corso sarebbe importante dotarsi pure delle telecamere in alcuni punti sensibili, considerando che il Comune fa parte degli enti che hanno ricevuto un finanziamento in tema di sicurezza e controllo di circa 120mila euro dall’assessorato regionale degli Affari generali.

TrovaRistorante

a Sassari Tutti i ristoranti »

Il mio libro

IL SITO DI GRUPPO GEDI PER CHI AMA I LIBRI

Scrivere e pubblicare libri: entra nella community