Su questo sito utilizziamo cookie tecnici e, previo tuo consenso, cookie di profilazione, nostri e di terze parti, per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o prestare il consenso solo ad alcuni utilizzi clicca qui

Il grande jazz per ricordare Isio Saba

Domani al teatro “Oriana Fallaci” Cinzia Tedesco rivisita le arie composte da Giuseppe Verdi

OZIERI. Sarà un’intensa serata di grande musica quella che Ozieri vivrà domani, dalle ore 20,30, al teatro civico “Oriana Fallaci” con il quintetto Cinzia Tedesco Verdi’s Mood. L’ occasione è la terza edizione del “Remembering Isio” organizzata per ricordare un personaggio che ha segnato come pochi la musica Jazz in Sardegna negli ultimi decenni. Isio Saba era di Ozieri ma sarebbe più giusto definirlo un cittadino del mondo. Era un amico per tanti musicisti neri del jazz newyorkese ma loro lo chiamavano fratello d’anima, era un fotografo del jazz ma non solo. Era un pioniere della musica, promoter, organizzatore culturale e aggregatore. Insomma una di quelle figure che hanno modificato in modo profondo il mondo del jazz internazionale a volte con sperimentazioni rivoluzionarie come quando negli anni ’70 riuscì a far duettare Ornette Coleman e l’Art Ensemble of Chicago di Lester Bowie con i Tenores di Bitti. A lui si devono i maggiori festival Jazz che si svolgono in Sardegna e a lui si deve anche una stagione d’oro che ad Ozieri ha visto arrivare una dopo l’altra le più grandi stelle mondiali del genere dalla Sun Ra Arkestra, a Billy Cobham, Al Di Meola, Chick Corea solo per citarne alcuni. La serata musicale gratuita, curata dal musicista Alfideo Farina affiancato dall’associazione musicale Stardust del chitarrista Marcello Zappareddu, è stata resa possibile grazie all’assessorato comunale alla Cultura in collaborazione con la Scuola Civica di Musica e l’Istituzione San Michele con il patrocinio della Regione e del ministero dei Beni e delle attività culturali e del turismo. Ad accompagnare Cinzia Tedesco, una delle voci jazz più eleganti e quotate del panorama nazionale e internazionale, ci saranno Stefano Sabatini al pianoforte, Luca Pirozzi al contrabbasso, Pietro Iodice alla batteria e Rossella Zampiron al violoncello che presenteranno “Da Giuseppe Verdi al Jazz” una rivisitazione delle arie del compositore lirico. «L’album Verdi’s Mood è il Sony Jazz più venduto nel 2016 –ha detto Alfideo Farina – e quest’esibizione vorremmo che gettasse le basi per far tornare la grande musica ad Ozieri. Siamo stati sorpresi dalla positiva risposta oltre che delle istituzioni anche degli sponsor privati e abbiamo capito che c’è fame di cultura e di eventi di questo tipo». Il preludio alla serata si avrà alle 15 nella pinacoteca “Giuseppe Altana” in Via De Gasperi con l’inaugurazione della mostra fotografica curata dai familiari di Isio Saba e con un seminario interattivo gratuito rivolto agli studenti iscritti ai corsi musicali della scuola civica di musica Monte Acuto e a tutti i musicisti di Ozieri. I docenti saranno i componenti del quintetto di Cinzia Tedesco e gli strumenti interessati saranno pianoforte, contrabbasso, batteria e violoncello.

Francesco Squintu