Sassari, il weekend dei gusti apre il cartellone degli eventi natalizi

La manifestazione gastronomica giunta all’11ª edizione apre i battenti. In programma decine di appuntamenti che andranno avanti fino al 6 gennaio

SASSARI. Il “Week end dei gusti” apre a Sassari le manifestazioni che accompagneranno i sassaresi al Natale e al nuovo anno. Un mese ricco di eventi che trascineranno nel clima di festa tutta la città, dal centro storico ai quartieri periferici con mercatini, spettacoli itineranti, concerti, mostre, enogastronomia e un occhio di riguardo per i bambini.

Appuntamenti che sono stati presentati ieri a Palazzo ducale dal sindaco, Nicola Sanna, dagli assessori Alessandro Boiano (Attività produttive) e Monica Spanedda (Politiche sociali), con la dirigente del settore Cultura e Turismo, Norma Pelusio, i titolari della scuola di Scultura e Pittura dell’Accademia di Belle Arti “Sironi”, Federico Soro e Giovanni Sanna. Pilastri dell’intero cartellone di iniziative messo a punto dal Comune in collaborazione con le associazioni artistiche che operano nel territorio, saranno il “Week end del gusto” e “To be in Jazz”, i concerti aperitivo con l’Orchestra jazz della Sardegna.

La manifestazione enogastronomica che aprirà di fatto il mese di festa, inizierà il 7 dicembre, e quest’anno, alla undicesima edizione, offrirà numeri da record: fino a sabato ben quaranta punti di degustazione sparsi fra piazza d’Italia e porta Sant’Antonio offriranno ai sassaresi un autentico viaggio tra i sapori del cibo tradizionale e di strada, insieme alle birre artigianali, ai vini sardi, ai laboratori del gusto. Tutto a cura di Taribari con il contributo del Comune di Sassari e dell'assessorato regionale al Turismo. Domani di partirà con il tradizionale tour tra i sapori della città vecchia, con gli itinerari enogastronomici dedicati ai cibi di strada, a zuppe e piatti della tradizione e ai vini delle cantine del territorio.

Si potrà scegliere tra quattro diverse tipologie di percorsi: dall’inizio di via Roma a piazza Sant’Antonio, da piazza Castello a piazza Mazzotti, da piazza d’Italia e dall’emiciclo Garibaldi al Mercato civico, sede quest’ultimo del PAB, Mercato delle birre artigianali, organizzato con Fermento Sardo.

Ma Palazzo Ducale non ha pensato solo agli spettacoli, e per il Natale non potevano mancare le iniziative di solidarietà e inclusione. Numerosi gli eventi organizzati per sensibilizzare su particolari argomenti, come spettacoli di beneficenza e raccolta di giocattoli per i bambini e la clown terapia nei reparti di pediatria. L'amministrazione ha voluto anche valorizzare spazi di aggregazione dove generazioni differenti possono incontrarsi e scambiare il proprio sapere. Come a Casa Serena, la residenza comunale per anziani di via Pasubio, che fino all'Epifania sarà aperta a quanti vorranno visitare la mostra di presepi e gli addobbi creati dagli ospiti durante l'anno. Il 13 dicembre alle 17.30, inoltre, un'altra natività

sarà inaugurata nel parco della struttura: il nuovo presepe Blu creato e ideato dall'Accademia di Belle Arti. Ancora, dal 15 dicembre al 5 gennaio Palazzo Ducale ospiterà la mostra “Chiamarlo amore non si può”, con le opere degli studenti sul tema della violenza contro le donne e di genere.

TrovaRistorante

a Sassari Tutti i ristoranti »

Il mio libro

CLASSICI E NUOVI LIBRI DA SCOPRIRE

Libri da leggere, a ciascuno la sua lista