Da Osilo idee per “L’Italia in Comune”

L’ex amministratore Salvatore Sechi ha partecipato all’assemblea nazionale del partito dei sindaci

OSILO . Non è più amministratore comunale, Salvatore Sechi, già assessore al Turismo nelle giunte comunali guidate da Nanni Manca fra il 2005 e il 2015. Ma di quella esperienza, evidentemente, ha conservato il ricordo e la passione, se ancora oggi, a più di due anni e mezzo dalla fine della sua attività amministrativa, continua a rappresentare la Sardegna nell’associazione “L’Italia in Comune”, che raccoglie idee, indirizzi, buone pratiche di centinaia di sindaci e amministratori comunali provenienti da tutta Italia. E in quella veste, Salvatore Sechi ha partecipato i giorni scorsi a Roma all’assemblea di lancio del nuovo progetto politico che trasforma l’associazione in movimento. Salvatore Sechi ha portato all’assemblea il saluto e l’impegno della Sardegna, dopo aver contattato altri amministratori comunali del territorio che hanno mostrato interesse per il progetto (Bonorva, Cossoine, Padria, Torralba, Cheremule, Sorso, Calangianus). «Attualmente è tutto in divenire - precisa Sechi - per cui le adesioni sono tante ma politicamente ufficiose, alcuni dei fondatori manifestano perplessità sul passaggio da associazione a movimento politico rimarcando le tradizionali appartenenze. Io, per quanto mi riguarda - aggiunge Salvatore Sechi - mi auguro che questo non rallenti troppo la crescita del movimento, anche perché i vari disastri a cui stiamo assistendo nei partiti tradizionali ci confermano che siamo sulla buona strada, anche se non è facile farsi spazio
senza l'appoggio dei gruppi storici». All’assemblea di Roma sono intervenuti, fra gli altri, Nicola Zingaretti, governatore del Lazio, Federico Pizzarotti, sindaco di Parma, Stefano Fassina, deputato di Sinistra italiana, Renato Accorinti, sindaco di Messina.

Mario Bonu

TrovaRistorante

a Sassari Tutti i ristoranti »

Il mio libro

NARRATIVA, POESIA, FUMETTI, SAGGISTICA

Pubblica il tuo libro